Euro 2020: la UEFA proroga i termini per Dublino, Monaco e Bilbao

Pubblicato il autore: Andrea Rao Segui

UEFA

La UEFA proroga i termini di scadenza inizialmente previsti. Il Comitato Esecutivo, tenutosi ieri, ha deciso di venire incontro alle esigenze di alcune città. La particolarità dei prossimi campionati europei, come sanno tutti gli appassionati di calcio, consiste nel fatto che le partite si giocheranno in vari impianti di più Stati. Questo è un aspetto che rappresenta una piccola rivoluzione: infatti fino all’edizione 2016, gli Europei si giocavano in un unico Paese organizzatore o al massimo in due. La novità, venne votata su istanza di Michel Platini ormai nel lontano 2012. L’organo collegiale esecutivo UEFA approvó la proposta perchè presenta molti vantaggi finanziari. Infatti disputando le gare in più parti non si rendono necessari tutti quegli enormi investimenti, che chi intende organizzare un evento simile deve sostenere.

Leggi anche:  Super League, nuova clausola: UEFA e FIFA minacciano sanzioni ed esclusioni

Uefa: i termini scadranno il 23 aprile

Come anticipato, il Comitato Esecutivo Uefa, riunitosi nella giornata di ieri in Svizzera, ha concesso una proroga dei termini inizialmente previsti. Coloro che ancora non hanno dato una risposta sulla loro disponibilità ad ospitare alcune partite della competizione continentale sono: Dublino, Monaco e Bilbao. La scadenza è adesso fissata al 23 aprile. In questo modo le autorità di queste città hanno a disposizione più tempo per ottenere l’ok definitivo per la presenza di pubblico negli stadi da parte dell’UEFA, organo di controllo del calcio europeo.

Euro 2020: occasione di ripresa

L’opportunità di ospitare alcuni scontri di Euro 2020 consente di far ripartire l’importante settore economico dello sport. Da non trascurare è il fatto che le partite porterebbero con sè alcune migliaia di spettatori. Ciò significherebbe dare lavoro anche agli alberghi ed ai ristoranti che, non solo in Italia, sono stati molto colpiti dalla crisi innescata dalla pandemia. Roma, dopo un lungo braccio di ferro, ha dato il via libera all’apertura degli stadi agli spettatori, non solo per la manifestazione internazionale, ma anche per gli ultimi match di Serie A.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: