Montella risponde a Maradona: “Può dire quello che vuole, non sa come alleno”

Pubblicato il autore: Emmanuele Sorrentino Segui

montella
Montella risponde all’attacco di Diego Armando Maradona, che aveva considerato una follia sostituire Berizzo con il tecnico campano, e lo fa a margine della conferenza stampa post-gara, nella quale la squadra allenata dall’ex aeroplanino è uscita sconfitta contro l’Alavés.
Alle domande dei giornalisti presenti, Montella fa il punto della situazione in casa Siviglia, senza però omettere la predetta risposta all’ex Pibe de Oro:Una sconfitta molto fastidiosa, sicuramente potevamo fare meglio nella prima parte e dobbiamo migliorare la velocità di gioco – afferma l’ex tecnico del Milan -. Nel secondo tempo abbiamo avuto tante occasioni per pareggiare e non siamo stati né bravi né fortunati. Il ritmo è un po’ calato per le tante interruzioni – aggiunge – ma non può essere una scusante bisogna lavorare duro e velocemente per cambiare le cose“.
In merito al suo cammino in Liga, Montella fa le sue riflessioni: “Abbiamo fatto due partite e non mi aspettavo queste due sconfitte – sottolinea il tecnico del Siviglia -. C’è da capire perché è successo. La Liga è un campionato dove tutte le squadre provano a fare la partita a prescindere dal livello e quindi è leggermente diverso“.
L’occasione è utile anche per fare il punto della situazione: “Il Siviglia è una squadra che è poco tranquilla e ha molti ragazzi giovani – afferma Montella -. Dobbiamo migliorare la velocità di gioco e essere un po’ più concreti davanti perché creiamo tanto ma segniamo poco“.
In ultimo la stoccata a Maradona:Può dire quello che vuole – esordisce il tecnico -. Da parte mia c’è grandissima stima verso il calciatore, lui ha segnato la mia adolescenza a Napoli. Ognuno può dire quello che vuole – aggiunge Montella – ma sicuramente non l’ho visto come un attacco personale perché non credo che lui sappia come io alleni o come abbia allenato in passato e l’ho presa con molta serenità“.

  •   
  •  
  •  
  •