A Parigi aria di rivoluzione: ufficiale l’esonero

Pubblicato il autore: Giuseppe Visco


Il tanto discusso rinnovo di Mbappé sta dando i suoi effetti con i tifosi del PSG – e del Barcellona – in visibilio ma non solo: Leonardo esonerato con effetto immediato. Dopo la vittoria interna contro il Metz, 3 reti di Mbappé, i transalpini hanno messo alla porta il direttore sportivo. Il cammino deludente in Champions League e le ultime sessioni di mercato sono state le cause principali del licenziamento.

Leonardo esonerato, ora tocca a Pochettino?

Il primo ad aver pagato le conseguenze per la deludente stagione del PSG è stato il brasiliano e non potrebbe essere l’unico. L’indiziato principale è ora Pochettino: all’allenatore le colpa di non aver nemmeno vinto la Coppa di Francia, concludendo la stagione con la ‘sola’ Ligue 1 in bacheca. La stagione era iniziata con una sessione di mercato da capogiro: Messi, Sergio Ramos, Hakimi, Wijnaldum e Donnarumma. Gli acquisti, però, non hanno portato la tanto sperata Champions League.

Adieu Paris

Per Leonardo esonero dopo 3 anni – era in carica dal giugno 2019 – e futuro da delineare, improbabile una nuova esperienza nell’immediato futuro. La sua seconda esperienza come ds dei parigini, la prima volta dal 2011 al 2013, è stata molto negativa con acquisti non funzionali al mercato. La mancata Champions League e il rinnovo di Mbappé sanciscono la fine della sua storia d’amore col PSG.

  •   
  •  
  •  
  •