Italia-Svezia, Johansson provoca: “Bonucci può dire ciò che vuole. Siamo avanti noi”

Pubblicato il autore: Gianni Succu Segui
Jakob Johanssen, autore del gol vittoria svedese contro l'Italia

Jakob Johanssen, autore del gol vittoria svedese contro l’Italia

Arriva dalla bocca dell’autore del fortunoso gol che ha sancito il risultato finale della Friends Arena l’ultima di una infinita serie di provocazioni perpetrate da giocatori e staff svedesi in vista della gara di ritorno dei playoff di qualificazione mondiale.

L’intervista di  Johansson a Aftonbladet

Jakub Johansson ha parlato allo svedese Aftonbladet alla vigilia della partita di San Siro che deciderà le sorti di Italia e Svezia verso il mondiale di Russia 2018 ( e che vede gli svedesi avanti 1-0 nel parziale) e non ha fatto nulla per gettare acqua sul fuoco di un doppio confronto già accesissimo e reso ancor più incandescente dal comportamento tenuto da alcuni giocatori svedesi durante la gara d’andata.

Bonucci critica l’operato dell’arbitro della gara d’andata? Sia lui che tutta l’Italia, possono dire ciò che vogliono. Quello che conta è che siamo avanti noi“.

Leggi anche:  Mondiali di pallamano, gruppo IV Main Round: successi per Egitto e Russia, pari tra Svezia e Slovenia

Parole al vetriolo da parte del centrocampista svedese che ha poi aggiunto:
Per me segnare è stata una gioia grandissima, l’atmosfera del nostro stadio ci ha dato una grande mano e ha contribuito a questa splendida serata. Il mio gol? Ho visto arrivare la palla e ho pensato solo a calciare cercando di tenerla bassa. E alla fine è andata bene”.

Il riferimento portato dal giocatore dell’AEK Atene, già avversario di Bonucci e del Milan nella doppia sfida del girone di Europa League, conclusasi con  un doppio 0-0, è alle lamentele avanzate dal capitano del Milan per la mancata espulsione di Ola Toivonen durante la gara della Friends Arena di venerdì scorso, in seguito alla gomitata con cui l’attaccante del Tolosa ha fratturato il setto nasale al difensore azzurro.

Leggi anche:  Mondiali di pallamano, gruppo IV Main Round: successi per Egitto e Russia, pari tra Svezia e Slovenia

Bonucci sarà comunque in grado di scendere in campo, con l’ausilio di una mascherina protettiva, nella gara di ritorno di San Siro, da disputarsi lunedi 13 novembre alle 20.45, in cui gli azzurri di Gianpiero Ventura cercheranno l’impresa di ribaltare l’1-0 siglato da Johansson tre giorni fa e guadagnarsi quella qualificazione alla fase finale dei mondiali che, come nazionale, abbiamo fallito solamente in due occasioni: nel 1930 per via delle enormi spese di viaggio richieste per andare in Uruguay, e nel 1958, nella fase finale organizzata proprio in terra scandinava, a causa della sconfitta patita a Belfast contro l’Irlanda del Nord.

  •   
  •  
  •  
  •