Premier League, c’è la data per la ripartenza: il 17 giugno si ritorna in campo

Pubblicato il autore: Danilo De Falco Segui

Finalmente ci siamo: la Premier League ripartirà il 17 giugno. Oggi, si è tenuta la videoconferenza tra i venti club inglesi e si è trovato l’accordo: si ripartirà mercoledì 17 giugno con i due recuperi Aston Villa-Sheffield United e il big match Manchester City-Arsenal. Ancora non è arrivata l’ufficialità ma le notizie che trapelano sono positive e bisogna aspettare solo la conferma da parte della Federazione. Una volta recuperati i due match, tutti i club ritorneranno in campo nel weekend del 20 giugno e si ripartirà dalla 30° giornata di campionato.

Premier League: dove eravamo rimasti?

L’ultima partita di Premier League giocata risale al 9 marzo: la 29° giornata si concluse con il posticipo del lunedì tra Leicester e Aston Villa, match concluso con il risultato di 4-0 in favore delle Foxes grazie alle doppiette di Barnes e Vardy. Il campionato inglese si fermò con il Liverpool in testa a 82 punti a +25 dal Manchester City secondo e, quindi, con i Reds che avranno voglia di ripartire e concludere il prima possibile il discorso scudetto: in casa Liverpool, il titolo manca da trent’anni e tutta la città è pronta a festeggiare la vittoria della 19° Premier della sua storia.
In zona Champions, invece, la situazione è diversa: il Leicester è abbastanza tranquillo al terzo posto a quota 53 punti, mentre il Chelsea è inseguito dal Manchester United che si trova al quinto posto con 45 punti a -3 dai Blues. Ma i Red Devils potrebbero perdere il quinto posto già il 17 giugno: lo Sheffield dovrà recuperare la propria partita contro l’Aston Villa e con una vittoria arriverebbe a 46 punti scavalcando proprio lo United. La lotta Champions/Europa League sarà infuocata: ci sono solo undici punti di distanza tra il Chelsea (48) quarto e l’Everton (37) dodicesimo.
Ma anche la lotta per non retrocedere in Championship è molto interessante: in questo momento, Norwich (21), Aston Villa (25) e Bournemouth (27) si trovano in zona retrocessione, ma Watford, West Ham e Brighton hanno pochi punti di vantaggio per poter stare tranquille.
Quel che è certo è che, nonostante tutto, sarà un finale di stagione all’insegna dello spettacolo e ricco di emozioni.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Calciomercato, Atletico M. su Milik: il polacco lascerà Napoli