Ferrero su Giampaolo: “Mi ha impressionato!”. Su Cassano: “Non farà parte del nostro progetto”

Pubblicato il autore: Masi Vittorio Segui

0108_ferrero_95191_immagine_ts673_4001

Dopo la partenza di Vincenzo Montella, per la Milano rossonera, la Sampdoria trova il suo nuovo allenatore, Marco Giampaolo. Queste le parole rilasciate dal presidente blucerchiato Massimo Ferrero ai microfoni di Rai Sport: “Mi ha impressionato, mi ha detto che farà giocare la squadra e a me piace il calcio, non il pallone. Quindi gli ho detto che la Sampdoria era sua. Con Giampaolo andremo sicuramente nella parte sinistra della classifica. Credo che faremo un ottimo campionato, abbiamo una bella squadraVi ricordo che il grande Maurizio Sarri andava a scuola da Giampaolo, a vedere come giocava. Io Sarri l’ho incontrato a Firenze a casa mia e mi ero innamorato ma me l’avevano sconsigliato e c’ho rinunciato a malincuore”.

Su Vincenzo Montella: “A Vincenzo voglio molto bene, ho fatto di tutto per portarlo alla Samp. E’ stata una sua scelta spontanea. La Sampdoria a lui sta stretta. La Sampdoria ha una tifoseria meravigliosa, è una squadra storica da cui sono partiti tanti campioni. Lui ha avuto la possibilità di andare al Milan, dice che tifava Milan da bambino, in bocca al lupo a lui. Ho fatto decidere tutto ai miei collaboratori e mi sono trovato Zenga. E’ commentatore? Quello è il lavoro suo, è bravissimo. Fategli un contrattone perché lui è bravo, è un creativo”.

Sulla possibile cessione di Roberto Soriano: “Va dove lo porta il cuore. Soriano stava andando all’Inter a gennaio, è bravo, è un bravo ragazzo e calciatore. Ci sono dei momenti in cui uno deve volare, è giusto che faccia la sua strada”.

Su Antonio Cassano, apparso sui social più che mai desideroso di riscatto: “Cassano è un grande talento ma credo che non farà più parte del nostro progetto. Io gli ho dato una possibilità è andata come è andata. Ora la possibilità è finita”.

Infine, alcune battute sui nomi che ruoterebbero in orbita blucerchiata: “Castan? Possibile. Paredes? Pure. Balotelli? E’ un grande giocatore, un grande talento. Balotelli è nemico di Balotelli, come Cassano. Sono grandi giocatori rimasti agli anni ’60, a Sapore di Mare. Potrebbe ripartire da squadre passionali come la Sampdoria ma ormai sono un po’ confusi. C’ho provato a dirgli vieni da noi, è un grande talento”.

L’impressione, anche dalle parole del presidente Massimo Ferrero, è che la Sampdoria, durante queste sessione estiva di calciomercato, cambierà molto. Se per Soriano e Cassano la maglia blucerchiata parrebbe allontanarsi, come per Fernando, per altri giocatori, come Viviano, Silvestre, De Silvestri e Muriel, Società e allenatore dovranno mettersi a tavolino. Attenzione, però, perchè cambiare non è sinonimo di migliorare e, visto la scorsa stagione, i tifosi si augurano che ai piani alti si sia capito che certi errori possano costare caro, fino a farti rischiare la permanenza nella massima serie. Le prossime settimane, in tal senso, diranno tanto, soprattutto in ottica mercato. A questa squadra servono dei rinforzi in tutti i reparti, sottolineando come la difesa sia quello che richiede una maggiore attenzione, visto le ben 61 reti incassate nello scorso campioanto.
Il tempo per migliorare c’è. La volontà?

  •   
  •  
  •  
  •