Inter, per ben 11 volte in 25 anni l’allenatore che inizia il campionato non lo conclude

Pubblicato il autore: Maurizio Ribechini Segui

Calciomercato Inter; Joao Mario all'Inter: Joao Mario ha detto siL’esonero di Frank De Boer dal ruolo di allenatore dell’Inter è sicuramente la notizia degli ultimi giorni nel mondo del calcio italiano. In attesa di capire il nome del nuovo tecnico, con Marcelino in pole position davanti a Stefano Pioli, sarà Stefano Vecchi ad allenare i nerazzurri contro il Southampton in Europa League e contro il Crotone in Serie A. Ebbene Vecchi è il 63° allenatore dei 108 anni di storia dell’Inter, di conseguenza il suo successore sarà il 64°.

E’ particolarmente interessante notare che negli ultimi 25 anni di storia dell’Inter per ben 11 volte l’allenatore che ha iniziato la stagione non è poi riuscito a concluderla. Stiamo parlando praticamente del 44% dei casi.

Ripercorrendo le vicissitudini dei vari allenatori dell’Inter dell’ultimo quarto di secolo vediamo che il primo di questi esoneri risale alla stagione 1991-1992 quando Corrado Orrico venne sostituito a campionato in corso con Luis Suarez; due anni più tardi fu Osvaldo Bagnoli a non riuscire a concludere la stagione, lasciando il posto alla ex bandiera sul campo Giampiero Marini (che in panchina conquistò la Coppa UEFA nel maggio 1994). Nel 1995-1996 fu la volta di Ottavio Bianchi a essere “cacciato” e in questo caso non bastò un solo successore (ancora Luis Suarez per alcuni mesi) a terminare la stagione, ma ci fu bisogno di Roy Hodgson. Lo stesso tecnico inglese avrebbe poi subito lo stesso trattamento nella stagione successiva, venendo sostituito da Luciano Castellini. Dopo un anno di tregua si arriva alla stagione più travagliata nella storia dell’Inter, ovvero al 1998-1999, campionato nel quale saranno ben quattro gli allenatori chiamati dal patron Massimo Moratti al capezzale della squadra: dopo l’esonero iniziale di Gigi Simoni, arrivò Mircea Lucescu, poi vi fu il breve ritorno di Luciano Castellini, prima di un altro “volto noto” come Roy Hodgson che concluse la stagione. Anche il futuro campione del mondo Marcello Lippi non fu immune dalla “maledizione” e nel campionato 2000-2001 (alla sua seconda stagione meneghina) venne esonerato dopo una sola giornata, dopo il KO contro la Reggina, per lasciare la panchina a Marco Tardelli. Altra stagione piuttosto travagliata fu la 2003-2004 quando dopo l’esonero dell’argentino Hector Cuper, vi fu un breve intermezzo di una gara con Corrado Verdelli e poi l’arrivo di Alberto Zaccheroni. Quello sarebbe stato l’ultimo esonero per ben sei anni, ovvero quelli degli scudetti di Mancini e della Champions League di Mourinho. Ma nel 2010-2011 la telenovela ricomincia: dopo la vittoria del Mondiale per Club arriva infatti l’esonero di Rafa Benitez che lascia il posto a Leonardo. Ancora più travagliata è la successiva annata 2011-2012, quando Gianpiero Gasperini resiste in panchina solo nelle prime 5 partite di campionato prima di lasciare il posto a Claudio Ranieri, il quale a sua volta prima del termine del campionato verrà sostituito da Andrea Stramaccioni. Seguiranno due stagioni “tranquille”, prima dell’addio a Walter Mazzarri avvenuto poche settimane dopo l’inizio del campionato del campionato 2014-2015, quando fu Roberto Mancini a tornare in panchina. Il resto è storia recente, con l’esonero di Frank De Boer e l’arrivo provvisorio di Stefano Vecchi, in attesa della nomina di un nuovo tecnico, che farà comunque salire a tre il numero degli allenatori nerazzurri di questa stagione, la quale peraltro è ancora lontana dal concludersi…

  •   
  •  
  •  
  •