Lazio, Inzaghi: “Non facciamo calcoli, vogliamo sempre vincere”

Pubblicato il autore: Jacopo Chiodo Segui

LAPR014906-kC1B-U43170579707414abB-1224x916@Corriere-Web-Roma-593x443
Per come era iniziata la stagione, la vicenda Bielsa, il richiamo alla base di Simone Inzaghi, pochi, pochissimi si sarebbero potuti immaginare una Lazio così in alto dopo sedici giornate. Adesso, l’esame vero, perso il derby, la squadra ha saputo reagire bene vincendo e convincendo a Genova contro la Sampdoria e adesso, si prepara al doppio scontro diretto, prima la Fiorentina, poi, Mercoledì a San Siro, contro l’Inter, due sfide che possono dare un sapore molto diverso alle festività, Inzaghi lo sa bene: “Non ho mai fatto tabelle, dobbiamo scendere in campo per vincere sempre. Fiorentina e Inter hanno perso qualche punto per strada per l’Europa League, dovremo essere bravi, come lo siamo stati dopo il derby”.

Due partite importanti che possono servire ai biancocelesti per invertire la tendenza negativa contro le grandi, la Lazio infatti in questo campionato ha sempre preso contro avversari di rilievo, sconfitta da Juventus, Milan e Roma e adesso, con Fiorentina e Inter ha l’occasione di rifarsi: “Troviamo difficoltà contro le grandi perché al primo errore non ti perdonano. Abbiamo perso partite contro avversarie che non sono state più brave di noi, ma quegli errori sono più difficili da recuperare”.

Pensando alla Fiorentina, che sarà ospite all’Olimpico Domenica sera, Inzaghi da qualche indicazione in merito a quello che potrà essere l’undici di partenza che sfiderà la Viola di Paulo Sousa. Vista l’assenza per squalifica di Parolo, la Lazio potrebbe scendere in campo con il 3-5-2, accentrando Keita e abbassando Felipe Anderson, ormai sempre più padrone della corsia  destra biancoceleste, ad ogni altezza: “Non è solo pronto a fare tutta la fascia, è pronto per fare tutto. Può fare il terzo d’attacco, il quinto a centrocampo, in passato si è abbassato anche a fare il terzino. Ha qualità aerobiche, può fare ciò che vuole”, cosa che per altro, Anderson sta facendo, meno in termini di goal rispetto al passato ma molto, molto di più in quanto ad assist, il brasiliano infatti è il giocatore che in serie A ne ha sfornati di più.

Leggi anche:  Sky o Dazn? Dove vedere Porto Roma: diretta tv e streaming

In avanti fiducia ad Immobile, il capocannoniere di questa Lazio, a secco dal 30 Ottobre, dalla 11° giornata, dove l’ex Torino segnò il goal del 2-0 contro il Sassuolo, poi il nulla, a secco da cinque giornate l’attaccante della Nazionale ha voglia di rivalsa, ma Inzaghi, attaccante come lui si dice tranquillo: “Si sbloccherà, non sono preoccupato. Da ex attaccante, dico che bisogna preoccuparsi quando non si hanno occasioni. A Palermo ha colpito una traversa, nel derby poteva segnare, a Genova idem. Ha la fiducia dei tifosi, spero continui così”.

“Al di là dei singoli dovremo fare una buona gara”, continua l’allenatore della Lazio che, questa sera e non lo nasconde seguirà il match-scudetto Juventus-Roma: “Si sfidano le due migliori per quello che dice la classifica. Dovremo trarre indicazioni, per crescere e guardare avanti e non indietro”.

Testa allora a domenica sera, Lazio-Fiorentina, l’ultima dei biancocelesti d’avanti al proprio publico prima di Natale.

Leggi anche:  Amichevoli Juventus estate 2021: calendario, date e orari delle partite in programma

PROBABILI FORMAZIONI:

Lazio (3-5-2): Marchetti; Bastos, De Vrij, Radu; Felipe Anderson, Cataldi, Biglia, Milinkovic, Lulic; Immobile, Keita. All. Inzaghi

Fiorentina (3-4-2-1): Tatarusanu; Tomovic, Rodriguez, Astori; Tello, Borja Valero, Vecino, Milic; Bernardeschi, Ilicic, Kalinic. All. Sousa

 

  •   
  •  
  •  
  •