Roma-Napoli: divieti, stadio semivuoto e caro biglietti. E’ questo il calcio che vogliamo?

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
Roma-Napoli

Roma-Napoli, il calcio ha già perso

Roma-Napoli, c’era una volta il derby del sole. Negli anni ’80 e ’90 era una sfida che colorava a festa sia l‘Olimpico che il San Paolo. Oggi Roma-Napoli è una sfida blindata, a rischio e dove bisogna stare attenti anche ad esultare per un gol. Si torna a giocare di sera, alle 20:45. Dopo la morte di Ciro Esposito, 3 maggio 2014, è’ la prima volta che la sfida tra giallorossi e azzurri si giocherà di sera. Mille agenti, al lavoro già dalla mattinata di oggi attorno all’Olimpico e 700 stewards ad aiutarli nei controlli che saranno quanto mai capillari all’esterno dello stadio, per evitare che le due tifoserie vengano a diretto contatto. Prevendita fiacca per la partita. Oltre ai 13mila abbonati sono stati staccati 20mila biglietti. Il settore ospiti sarà aperto(?) ma non per i residenti in Campania. Sono un centinaio i biglietti venduti per quello spicchio di Olimpico. Come accade da anni Roma-Napoli sarà accompagnata da un velo di tristezza. Non sono servite le tessere del tifoso, non sono serviti anni di divieti, Roma-Napoli resta una partita ad alto rischio. Purtroppo.

Leggi anche:  Gol più veloci della storia Serie A, Lozano agguanta il podio: ma comanda Leao

La questura invita però i cittadini a “venire allo stadio senza paura, perché non abbiamo mai pensato di anticipare alle ore 18”. I tifosi del Napoli dovranno seguire via Salaria e via Flaminia, che conducono direttamente al settore a loro dedicato dello stadio. Ci saranno controlli già dai caselli per verificare che i biglietti siano stati acquistati in regola, così come , ribadiscono dalla questura, si continuerà ad avere tolleranza zero nei confronti di chi salirà sulle balaustre oppure occuperà le vie di fughe. Atmosfera da Apocalypse Now, ma è solo una partita di calcio.

Roma-Napoli, anche il caro biglietti causa dell’Olimpico semivuoto?

Conti alla mano gli spettatori per Roma-Napoli saranno meno di 40mila. Mezzo stadio resterà vuoto. Sarebbe stato certamente diverso se non ci fosse stati divieti. La passione dei tifosi del Napoli capolista, così come è stato con la Lazio, avrebbe riempito il settore ospiti dello Stadio Olimpico. Ma ad influire sulla scarsa affluenza nell’impianto romano è anche il prezzo dei biglietti. 45 euro per un settore ospiti, rispetto ai tempi che viviamo, non sembra una cifra appropriata per una partita di calcio. Non è la prima volta che si sente di prezzo esagerati per delle partite di calcio.

Leggi anche:  Juventus, Buffon deferito dalla Figc. Ecco i dettagli

Risultato? L’Olimpico sarà mezzo vuoto. Il bicchiere non può che essere visto così. Mezzo vuoto. A tre anni dalla morte di Ciro Esposito, a undici anni dalla morte dell’ispettore Raciti è il calcio ad aver già perso. Anni in cui si è tentata la strada della repressione, che non sempre è quella giusta. Piano piano si è tolto il piacere alla gente di andare allo stadio. Orari sempre diversi, divieti, prefiltraggi, filtraggi e tutto il resto. Un padre di famiglia è difficile che pensi di spendere quasi 100 euro per portare il figlio allo stadio. Anche perché, nonostante le rassicurazioni della Questura, Roma-Napoli resta un match ad alto rischio. Per quanto tempo faremo finta che questo modo di proporre lo spettacolo-calcio possa essere quello giusto? Lo spettacolo in campo offerto dalle due squadre sarà certamente migliore di quello che offrirà gli spalti dell’Olimpico. Un peccato, davvero un peccato. Ma d’altronde chi è causa del suo mal pianga sé stesso.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,