Di Francesco attacca Orsato dopo Samp-Roma: “Il Var va usato sempre”

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

TURIN, ITALY - DECEMBER 23:Eusebio Di Francesco manager of AS Roma instructions to his players  during the serie A match between Juventus and AS Roma at the Alliannz Stadium on December 23, 2017 in Turin, Italy.  (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)
Di Francesco-Orsato, è polemica.
Di motivi per essere nervoso ne ha tanti, forse troppi. La sua squadra non vince dal 16 dicembre, il caso Dzeko è ancora aperto e ci si mettono anche gli arbitri Ad Eusebio Di Francesco non è andato già l’arbitraggio di Orsato durante Sampdoria-Roma:Gli episodi vanno visti a 360° visto che abbiamo la fortuna di avere il Var e l’episodio andava rivisto in maniera totalmente differente. L’allenatore giallorosso è arrabbiato soprattutto per il fallo su Strootman:”Questa è ostruzione, passa il pallone ma non l’uomo, la cosa grave è che anche il guardalinee alza la bandierina e non viene neanche preso in considerazione. Il Var ci deve dare un vantaggio, deve tutelare le squadre e lo spettacolo? E allora utilizziamolo nel modo giusto, senza dare spazio a iniziative personali.

Messe da parte le polemiche arbitrali. Di Francesco parla di Dzeko:“Non era facile per lui, ma dopo un avvio di partita difficile è stato ancora una volta decisivo. La scelta spetta alla società. Finché resta qui, gioca. Su questo non ci sono discussioni”. L’allenatore giallorosso elogia poi il giovane Antonucci:”Gli ho fatto i complimenti, è entrato con il piglio giusto. A 18 anni non è facile entrare in una situazione del genere e riuscire ad essere decisivi”. In effetti ha fatto più il giovane della primavera romanista in 20 minuti, che Defrel e Under nel resto della partita. Benino anche Schick. Il ceco è sembrato in crescita, soprattutto fisica. Domenica all’Olimpico c’è di nuovo la Sampdoria, nuovo appuntamento della Roma per cercare di ritrovare la vittoria perduta

Di Francesco, la sua è la strada giusta

La Roma vista a Genova contro la Sampdoria non è dispiaciuta. Quella del Ferraris sembrava la trappola perfetta per i giallorossi. Tra assenze, incertezze di mercato e un campo infame, c’erano tutti gli ingredienti per vivere una serata difficile. Così è stato. La Roma è stata a lungo in svantaggio. Merito di una Sampdoria sempre molto ben messa in campo da Giampaolo. Pesanti per Di Francesco le assenze di Perotti ed El Shaarawy, soprattutto se i sostituti si chiamano Defrel e Under. Meglio, molto meglio il giovanotto Antonucci. Forse per Di Francesco sarebbe necessario l’arrivo di un centrocampista, che possa dare un cambio di qualità alla mediana.

Decisivo Dzeko. Il centravanti bosniaco ha cominciato il match contro la Sampdoria in preda alò nervosismo. Più che comprensibile, visto quello che gli sta accadendo intorno. Poi perà ha cominciato a giocare con  e per la squadra. trovando alla fine il gol del meritato pareggio. Monchi e la società facciano chiarezza su questa situazione, quanto prima. Di Francesco merita di sapere in fretta se potrà contare sul suo centravanti anche per il resto della stagione. Glielo auguriamo di tutto cuore. Anche perché l’allenatore giallorosso è uno dei pochi a Trigoria a poter dire di starre dando il massimo per la causa romanista. Non sono in molto a poter dire lo stesso. Vero Monchi e Pallotta?

  •   
  •  
  •  
  •