Juventus, Higuain a digiuno di gol: maledizione Napoli per il Pipita?

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
Higuain

Higuain, astinenza da record per il Pipita

Higuain, il digiuno continua. 617 minuti, a tanto è arrivata la distanza che ci separa dall’ultimo gol realizzato da Gonzalo Higuain con la maglia della Juventus. Un primato negativo per il Pipita che abbatte quello precedente, che era di 604 minuti. Il gol, decisivo, segnato al San Paolo contro il Napoli lo scorso 1° dicembre è stato anche l’ultimo segnato dal bomber argentino. Anche contro il Genoa Higuain si è prodigato molto per la squadra, ma è chiaro che il gol gli manca. Basti vedere la sua reazione quando Izzo lo ha anticipato all’ultimo su un pallone che chiedeva solo di essere spinto in porta. La Juventus nelle ultime 12 partite disputate ha subito solo un gol, ma la fase offensiva non è stata il massimo per i bianconeri. Le assenze contemporanee di Cuadrado e Dybala incidono non poco sulla manovra d’attacco della Juventus. Inevitabile che anche Higuain risenta di queste mancanze.

In casa bianconera non si fanno drammi. L’importante contro il Genoa era vincere, così è stato. Allegri ha torchiato i suoi questa settimana a Vinovo, impossibile pretendere brillantezza immediatamente dopo la sosta. Higuain è un po’ lo specchio della situazione attuale della Juventus. I bianconeri faticano, ma ottengono il risultato. Allegri per ora è soddisfatto, ma in cuor suo sa che con il ritorno della Champions League avrà bisogno di maggiore qualità del gioco dei suoi. Così come avrà bisogno dei gol di Higuain. Quelli servono sempre.

Higuain a secco, ma la porta resta blindata

La Juventus di questa stagione, fino ad ora, non ha il miglior attacco. Quello ce l’ha la Lazio, con 53 gol segnati. I bianconeri non hanno neanche la miglior difesa. Chiellini e compagni hanno subito 2 gol in più del Napoli capolista. La squadra di Allegri ha però un importante primato, quello delle partite concluse senza subire gol:12. Questo vuol dire che in più della metà delle partite giocate in campionato la Juventus è riuscita a non subire reti. La partenza di Bonucci è stata totalmente assorbita, grazie anche all’ottimo rendimento di Benatia. Non solo, l’inserimento di Matuidi ha dato sostanza al centrocampo che ben protegge la retroguardia.

Resta il fatto  che la Juventus segna meno, molto meno, di inizio stagione. Normale se si considera l’assenza di Dybala. L’argentino resta il miglior marcatore bianconero in campionato con 14 gol. Higuain ne ha segnati 9. Non pochi, ma nemmeno tali da considerare positiva la stagione del Pipita. I nuovi in attacco stanno cominciando a incidere. Le ultime due vittorie sono state griffate da Bernardeschi e Douglas Costa. Due giocatori che si stanno inserendo sempre meglio nei meccanismi di Allegri. Da Mandzukic non si può pretendere che segni anche come se facesse il centravanti. Il croato lotta su tutti i palloni ed è preziosissimo in entrambe le fasi. La Juventus deve tornare in HD. Higuain deve tornare a segnare, mentre Dybala deve recuperare dall’infortunio per il finale di stagione. Nel duello con il Napoli potrebbe non bastare avere un difesa d’acciaio. Già con il Chievo è attesa la prima controprova per l’attacco bianconero.

  •   
  •  
  •  
  •