Moviola Chievo-Juventus: Cacciatore come Mourinho, giusta l’espulsione ? (FOTO)

Pubblicato il autore: Emmanuele Sorrentino Segui

moviola chievo-juventus
Moviola Chievo-Juventus: i bianconeri trascorrono la nottata in vetta alla classifica di Serie A, in virtù del successo ottenuto sul campo del Chievo, battuto con il risultato di 0-2 grazie alle reti di Khedira e Higuain ed ora attende il Napoli, impegnato nel match casalingo contro il Bologna.
Al Bentegodi la gara è fortemente condizionata dalle espulsioni di Bastien e Cacciatore: entrambi lasciano i clivensi in nove uomini, rendendo vana la resistenza nei confronti della Vecchia Signora durata per ben 68 minuti. La Juventus, sebbene non sia stata particolarmente impensierita dai padroni di casa, ha faticato non poco per avere la meglio, a causa anche di una condizione fisica da ottimizzare, alla luce soprattutto del prossimo tour de force che vedrà gli uomini del tecnico Allegri impegnati su tutti e tre i fronti, a cominciare da martedì nella semifinale di Coppa Italia contro l’Atalanta.

Moviola Chievo-Juventus: l’analisi degli episodi dubbio

Ad arbitrare l’anticipo di questa sera è il signor Fabio Maresca della sezione di Napoli: la direzione del fischietto campano è segnata da due importanti episodi che indirizzano la gara in favore della Juventus.
In particolare, al 37′ Bastien viene espulso per somma di ammonizioni: nel giro di due minuti il centrocampista belga si macchia di due falli abbastanza duri. Il primo entrando in ritardo su Asamoah, il secondo sempre nei confronti dell’esterno ghanese con una evidente trattenuta. Espulsione giustissima e a norma di regolamento, come si nota dalle immagini che seguono. Il Chievo resta così in dieci uomini.

L’altro episodio che taglia definitivamente le gambe ai padroni di casa si verifica al 61′: il terzino dei clivensi Cacciatore colpisce di testa nell’area di rigore degli ospiti e resta a terra, forse colpito al volo da Asamoah. I bianconeri continuano a giocare in maniera poco sportiva e nella circostanza sono lesti a guadagnarsi un prezioso calcio d’angolo. Maresca consente ai sanitari del club gialloblu di entrare in campo per soccorrere l’infortunato e successivamente invita i diretti interessati a lasciare il campo. Cacciatore vorrebbe rientrare subito, ma il direttore di gara non è dello stesso avviso: nascono le proteste dei calciatori del Chievo, in particolare dello stesso difensore di casa, che in maniera inequivocabile mostra il gesto delle manette alla Mourinho. Maresca, a norma di regolamento, è costretto ad espellere il calciatore, a causa del comportamento ingiurioso assunto dallo stesso, lasciando così i clivensi a nove uomini. Nel video che segue, il gesto incriminato mostrato dal Cacciatore:

Si segnalano anche altri tre episodi che non hanno avuto un così importante impatto sulla gara: il primo al minuto 28Dainelli trattiene Higuain di poco fuori dall’area di rigore, per Maresca c’è il fallo con punizione, ma ci sarebbe anche l’ammonizione, con il difensore clivense che nella circostanza viene graziato. Il secondo al minuto 32′: Dainelli tocca il pallone con la mano, Higuain protesta chiedendo il giallo nei suoi confronti, Maresca invece ammonisce l’argentino.
L’ultimo al minuto 88′, Higuain segna il gol del 2-0 su assist di Douglas Costa. L’arbitro Maresca chiede un silent check: il Var conferma la rete, in quanto l’argentino era partito in posizione regolare.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Super League: nessuna sanzione per Juve, Real Madrid e Barcellona