Fiorentina-Juventus, Rizzoli e l’Aia promuovono la direzione dell’arbitro Guida

Pubblicato il autore: Carlo Pranzoni Segui

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

Un arbitraggio contestato ferocemente dai dirigenti della Fiorentina e da Pioli, con diversi episodi dubbi e alcuni falli al limite del regolamento. L’arbitro Guida, dopo la vittoria della Juventus, è stato vivacemente contestato da tutti :giornali, televisioni, social.. Il motivo principale ? Ovviamente la decisione di non concedere più il rigore ,precedentemente assegnato per untocco di mano di Chiellini, a causa del fuorigioco chilometrico di Benassi, dopo che Alex Sandro, sbilanciato da Simeone, ha passato involontariamente il pallone al centrocampista viola.

Rizzoli promuove Guida- Secondo quanto riporta la Gazzetta dello Sport, però, Nicola Rizzoli, designatore degli arbitri italiani ed ex arbitro, e l’Associazione Italiana Arbitri (AIA)  hanno promosso a pieni voti la conduzione di gara del fischietto di Torre Annunziata, giudicando corretta la sua scelta di revocare il rigore precedentemente assegnato alla squadra di casa. Valutazioni corrette da parte loro, anche perchè Guida ha applicato alla lettera il regolamento e le direttive emanate dall’Uefa.

Leggi anche:  Roma, guai in difesa per Fonseca: nuovo stop per Smalling

Cosa dice l’Uefa-  Come si legge nelle direttive Uefa, infatti, :”quando il giocatore ha una reazione istintiva, giocando il pallone con scarsa qualità, non sta compiendo una giocata“. Quella di Alex Sandro in Fiorentina-Juventus, quindi, è stata considerata, giustamente, come una giocata non istintiva, e, per alcuni, sarebbe molto meglio andare ad informarsi prima di sparare a zero su certi episodi (vedi anche, purtroppo, giornalisti esperti del calibro di Enrico Varriale).

  •   
  •  
  •  
  •