Juventus, Auriemma: “Pecoraro è stato condizionato e massacrato dall’ambiente bianconero”

Pubblicato il autore: Gabriele Tufano Segui

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

Non si placano le polemiche legate al mancato provvedimento disciplinare nei confronti di Giorgio Chiellini dopo la manata rifilata ad Andrea Belotti durante il derby vinto per 0-1 dalla Juventus domenica scorsa. A rincarare il malcontento che aleggia da giorni tra le tifoserie avversarie ci ha pensato il telecronista nonchè tifoso del Napoli, Raffaele Auriemma, il quale a Radio Crc ha spiegato quelle che secondo lui sono state le ragioni che hanno spinto il Procuratore Federale a non richiedere la prova tv : “Il dottor Pecoraro, procuratore federale, è stato condizionato nella sua decisione dopo esser stato massacrato dall’ambiente Juventus a causa di quelle sue frasi sul Napoli. Penso che ora sia difficile svolgere questo ruolo per lui, ed è giusto così perchè a parti invertite sarebbe successo lo stesso. Lui non ha messo bocca sull’episodio Chellini, ma a detta di Luca Marelli il difensore della Juventus andava squalificato”.

Auriemma durante il suo intervento ha citato l’ex arbitro, Luca Marelli, il quale nei giorni scorsi ha voluto esprimere il suo pensiero su questa vicenda ai microfoni di Calciomercato.com , affermando: “Il codice di giustizia sportiva prevede che la richiesta della Procura di utilizzo della prova televisiva debba essere inoltrata al Giudice Sportivo entro le ore 16 del primo giorno festivo successivo alla gara. Perciò due erano le ipotesi: che la Procura non avesse chiesto la prova televisiva, oppure che non fosse trapelato nulla in merito. C’è un motivo per cui, in questo campionato, nessun calciatore sia stato squalificato con prova tv: essendoci anche il Var, è difficile ipotizzare che nemmeno davanti a un video si siano accorti di una condotta violenta. E c’è un altro aspetto: per quanto mi riguarda Chiellini andava espulso, il gesto è brutto e totalmente fuori contesto, ma le immagini possono legittimamente lasciare qualche dubbio sulla effettiva volontarietà”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Juventus, il giudice sportivo ha deciso: due giornate a Morata
Tags: