Mandzukic esalta Allegri ma il Real Madrid prova a soffiarlo alla Juventus

Pubblicato il autore: Carlo Pranzoni Segui

TURIN, ITALY - SEPTEMBER 20: Mario Mandzukic of Juventus in action during the Serie A match between Juventus and ACF Fiorentina on September 20, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)
Grinta, cattiveria, spirito di sacrificio. Questi sono tre aggettivi che potremmo usare per descrivere brevemente il centravanti Mario Mandzukic, alla Juventus dall’estate 2015 dopo aver vinto tutto con il Bayern Monaco. La sua trasformazione da prima punta a esterno offensivo si deve alla geniale intuizione di Massimiliano Allegri che, da quando la Juve ha sfiorato il triplete nella scorsa stagione, non ha più tolto Mandzukic dai titolari e, mentre Higuain e Dybala sedevano in panchina a causa di periodi non proprio brillanti, il numero 17 era in campo a tenere alta la bandiera della Vecchia Signora. Ai microfoni di Sky Sport, il croato si è raccontato brevemente, parlando anche dell’ottimo rapporto che lo lega al tecnico livornese :”A me piace giocare largo, anche se nasco centravanti, ma anche in questo modo posso essere vicino alla porta e, se c’è bisogno di dare una mano in difesa non mi tiro assolutamente indietro. Poi ovviamente è importante anche la fase offensiva, ma giocare con giocatori come Higuain e Dybala rende tutto più facile. Allegri ? Allegri è uno dei migliori allenatori in Europa, non c’è dubbio, lo dimostra il lavoro che sta facendo da anni alla Juve. Sono felice di poter lavorare con lui perchè è uno che sa ascoltare. Anche in questa stagione puntiamo a vincere tutto, ma sappiamo che non sarà facile.”

E intanto il Real tenta Allegri- Ad essere consapevole del gran lavoro che sta svolgendo l’attuale tecnico juventino non è solo Mario Mandzukic. Secondo voci provenienti dalla Spagna, infatti, il Real Madrid sarebbe sulle tracce di Allegri per sostituire Zidane. L’ex pallone d’oro (ed ex calciatore juventino) non sta vivendo una stagione facile, nonostante in due stagioni abbia vinto tutto quello che poteva. L’enorme ritardo nei confronti dei rivali del Barcellona in campionato non è andato giù al presidente Florentino Perez, pronto a contattare l’amico Agnelli per parlare di affari. La Juve, dal canto suo, non ha al momento alcuna intenzione di privarsi del suo attuale mister e Marotta sarebbe pronto a prolungare il contratto in scadenza 2020. Vedremo come si evolverà la situazione nei prossimi mesi.

  •   
  •  
  •  
  •