Juventus-Milan, da Gattuso a Gattuso? I rossoneri tentano l’impresa sette anni dopo

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
FLORENCE, ITALY - DECEMBER 30: Manager of AC Milan Gennaro Gattuso gestures during the serie A match between ACF Fiorentina and AC Milan at Stadio Artemio Franchi on December 30, 2017 in Florence, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Gattuso, cercasi impresa a Torino. Sono passati più di 7 anni dal 5 marzo del 2011, ultima vittoria del Milan in trasferta contro la Juventus. Allora si giocava ancora nello Stadio Olimpico, oggi Stadio Grande Torino, e i rossoneri vinsero per 1-0. Sulla panchina milanista c’era Max Allegri e il gol decisivo fu segnato da Rino Gattuso. L’attuale allenatore rossonero sarà il quinto allenatore a tentare l’impresa di portare via punti dall’Allianz Stadium. Missione fallita in precedenza dallo stesso Allegri, Inzaghi, Mihailovic e Montella. Gli ultimi sei precedenti di Juventus-Milan giocati nel nuovo impianti bianconero ha visto tutti successi juventini. Compreso quello dello scorso anno, risolto da un discusso rigore trasformato da Dybala all’ultimo respiro. 6 sconfitte, 12 gol fatti dalla Juventus e solo 4 dal Milan. Numeri che spiegano bene la superiorità bianconera rispetto ai rossoneri nelle ultime stagioni.

Leggi anche:  Milan, dubbi sui rinnovi: per Gigio è solo una questione di 10 milioni

Gattuso quindi è l’uomo che proverà a uscire indenne da Torino. Non sarà facile perché la Juventus, dopo il pareggio con la Spal, vuole far ripartire la marcia scudetto Allegri e i suoi scenderanno in campo conoscendo il risultato di Sassuolo-Napoli. Al di là di quello che faranno gli azzurri, la Juventus ha bisogno dei tre punti. Analogo discorso per il Milan. I rossoneri andranno in campo sapendo cosa avranno fatto le dirette concorrenti per l’Europa. Roma, Lazio e Inter hanno impegni abbordabili sulla carta, ma nel finale di stagione è meglio non prendere niente per scontato. Niente.

Gattuso, impresa e rinnovo?

Massimiliano Mirabelli è stato chiaro: l’allenatore dei prossimi anni del Milan sarà Rino Gattuso. Il tecnico rossonero ha convinto tutti. Pronto per lui un rinnovo fino al 2021 a 2 milioni di euro più bonus all’anno. Un riconoscimento importante prima di un match fondamentale come Juventus-Milan. Gattuso ha restituito un’anima al Milan, riportando i rossoneri a sognare un piazzamento tra le prime quattro in serie A. Tutto, o quasi, passa dalle prossime due partite. La Juventus prima e il derby con l‘Inter poi. Due tappe fondamentali per capire cosa potrà fare il Milan nello sprint finale di stagione.

Leggi anche:  Ibrahimovic e Mihajlovic a Sanremo: la nostra amicizia è nata da una testata

Dopo sei anni di batoste Gattuso vorrebbe far trovare ai tifosi rossoneri una bella sorpresa nell’uovo di Pasqua. Punti che sarebbero fondamentali per continuare la lotta per la Champions League. Juventus e Inter, vero e proprio bivio per un Milan che vive giorni ad alta tensione. Prima le vicende societarie, poi il nuovo infortunio di Andrea Conti. Un vero peccato per l’ex Atalanta che era ormai pronto al suo rientro in campo. Ma anche questo fa parte delle cose di calcio. Gattuso sa che uscire con un risultato positivo da Torino darebbe una spinta emozionale importante in vista del derby. Contro la Juventus bisogna essere praticamente perfetti, sopratutto quando si affronta i bianconeri in trasferta. Gattuso in cuor suo magari spera che Buffon e compagni possano essere distratti dal pensiero del Real Madrid. Anche se la macchina di Allegri è oliata per giocarsi tutto ogni tre giorni. Il Milan tenta l’impresa a Torino, affidandosi anche alla Cabala. Da Gattuso a Gattuso? Il popolo milanista vuole una bella sorpresa per Pasqua.

  •   
  •  
  •  
  •