Milan-Inter, un nemico comune per Gattuso e Spalletti: la fatica

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

FLORENCE, ITALY - DECEMBER 30: Manager of AC Milan Gennaro Gattuso gestures during the serie A match between ACF Fiorentina and AC Milan at Stadio Artemio Franchi on December 30, 2017 in Florence, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)Milan-Inter, fatica da derby.Milano che fatica”, così cantava Lucio Dalla in una sua meravigliosa canzone. Domenica 4 marzo il cantautore bolognese avrebbe compiuto 75 anni. Nello stesso giorno si giocherà una stracittadina con un livello di tensione altissimo. Rino Gattuso e Luciano Spalletti vivono momenti diversi, ma hanno un nemico comune: la stanchezza. Fisica per i rossoneri che stanno giocando tanto, mentale per i nerazzurri che vengono da un momento non facile. Il Milan si è messo alle spalle un febbraio durissimo. 7 partite in 21 giorni per la truppa milanista. 3 vittorie e un pareggio in campionato, qualificazione agli ottavi di Europa League e alla finale di Coppa Italia. Buoni risultati che però hanno lasciato certamente delle tossine nei muscoli e nella testa di Bonucci e compagni. Non ultima la maratona di mercoledì scorso contro la Lazio, finita ai rigori sotto la neve.

Leggi anche:  Inter-Real Madrid, le probabili formazioni: Benzema out, Conte lancia i fedelissimi?

Milan-Inter, Spalletti al momento decisivo. Meno intenso e meno positivo il febbraio nerazzurro. L’Inter ha giocato quattro partite di campionato: 2 vittorie, 1 pareggio e 1 sconfitta per Icardi e compagni. Proprio il bomber argentino è mancato molto nell’ultimo periodo. Il capitano interista non gioca esattamente da un mese. Fermato da un problema muscolare che si è rivelato più grave del previsto. Icardi tornerà titolare nel derby, per cercare di dare una mano ai compagni in una partita delicatissima. Dopo il derby per l’Inter ci saranno in successione Napoli e Sampdoria. E’ il momento di invertire la rotta ed è sempre il capitano a trascinare la truppa. Icardi torna anche per questo.

Milan-Inter, i dubbi di Gattuso e Spalletti per il derby

Milan-Inter, ballottaggio Cutrone-Kalinic per i rossoneri. Squadra che vince non si cambia, una vecchia regola che molto probabilmente verrà applicata da Gattuso anche nel derby. Il tecnico milanista sembra intenzionato a riproporre gli stessi undici che hanno giocato in Coppa Italia contro la Lazio. Un solo dubbio per Ringhio, il centravanti. Cutrone è in vantaggio su Kalinic, ma anche il croato è stato provato oggi con i titolari. Panchina praticamente certa per André Silva. Gattuso sa che giocare tre partite, Roma-Lazio-Inter, con la stessa formazione è un rischio. D’altronde la rosa rossonera non permette un gran turnover. Soprattutto nel derby.

Leggi anche:  Un Maradona Eterno...

Milan-Inter, Karamoh o Rafinha? Anche Luciano Spalletti ha un dubbio per quanto riguarda l’undici iniziale del derby. Borja Valero non è al meglio, lo spagnolo continua ad allenarsi a parte e non dovrebbe essere neanche convocato. Due le ipotesi per colmare questa lacuna: Karamoh a destra con Candreva trequartista oppure Rafinha dietro Icardi con l’ex laziale dirottato a destra. Tutto confermato per il resto. Miranda torna al centro della difesa al fianco di Skriniar. Vecino-Gagliardini in mezzo, con Perisic a sinistra. Davanti torna Icardi. Il risultato del derby potrebbe anche essere influenzato da quello che accadrà domani in Lazio-Juventus e Napoli-Roma. Al di là di quello che sarà negli anticipi di sabato ci apprestiamo ad assistere ad un derby con la tensione a mille. Rossoneri contro nerazzurri in salsa cinese, non si poteva chiedere di meglio nella domenica delle elezioni politiche. Gattuso-Spalletti, chi uscirà vincente dall’urna di San Siro? L’attesa sta per terminare.

  •   
  •  
  •  
  •