Recuperi Serie A: il dramma Astori fa capire che 20 squadre sono troppe

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

Recuperi Serie A, il dramma Astori e il rompicapo date. E’ stato giusto non giocare a calcio oggi, sacrosanto. La morte improvvisa di Davide Astori ha scosso profondamente il calcio italiano. Da domani però per i vertici del pallone nostrano tocca risolvere il rebus recupero. Per Genoa-Cagliari, Benevento-Verona, Chievo-Sassuolo, Torino-Crotone ed Udinese-Fiorentina non ci dovrebbero esserci grossi problemi. Tutte le 10 squadre non hanno impegni infrasettimanali, tranne il turno di serie A di mercoledì 18 aprile. Un’ipotesi percorribile porta a pensare che queste partite si potrebbero giocare il prossimo 14 marzo. Data in cui si giocherà Juventus-Atalanta. Per i bergamaschi quindi si dovrà cercare un’ulteriore data per il recupero con la Sampdoria, che si doveva giocare oggi. Più complicato invece trovare una data buona per Milan-Inter. Il derby che si sarebbe dovuto giocare questa sera, potrebbe disputarsi addirittura il 9 maggio. In quella data si dovrebbe giocare la finale di Coppa Italia, che quindi slitterebbe di due settimane.

Leggi anche:  Inter-Real Madrid streaming live e diretta tv Sky o Mediaset? Dove vedere il match di Champions League

Recuperi Serie A, effetto domino sul campionato. Domani è prevista una riunione informale in Lega Calcio per stabilire le date dei vari recuperi. Non solo quelli di serie A, ma anche quelli di B saltati per il maltempo e per il dramma Astori. Come detto il problema più grande riguarda Milan-Inter. I rossoneri sono ancora impegnati in Europa League, 8 e 15 marzo contro l’Arsenal. In caso di qualificazione gli uomini di Gattuso avranno altri impegni infrasettimanali. Il 9 maggio sembra la data più probabile per far giocare il derby della Madonnina facendo così slittare la Coppa Italia a dopo la fine del campionato. L’ultimo turno di A è previsto per il 20 maggio. Dopo quella data molti giocatori andranno in ritiro pre-Mondiali. La Lega Calcio dovrà capire se le varie federazioni daranno il placet per far giocare Milan-Juventus qualche giorno dopo. Davvero un bel rompicapo.

Leggi anche:  Atalanta-Verona probabili formazioni: Ilicic confermato in attacco?

Recuperi Serie A, opportuno tornare alle 18 squadre

Recuperi Serie A, troppe 20 squadre in serie A. Il 18 aprile sarebbe stata una buona data per i vari recuperi, ma c’è già in programma un turno infrasettimanale. La presenza di 20 squadre in serie A obbliga la Lega Calcio ad inserire delle giornate in mezzo alla settimana. Soprattutto in una stagione prima del Mondiale. Da qui la sensazione che la serie A debba tornare alle 18 squadre. Innanzitutto per salvaguardare la competitività di un torneo, che vede ogni anno una Cenerentola staccarsi già alla fine del girone di andata. Ma anche per avere più date per eventuali recuperi.

Recuperi Serie A, meno squadre più qualità. La serie A, quello che era il campionato più bello del mondo, era a 18 squadre. Un numero giusto per rendere più appetibile un torneo che all’estero piace sempre meno. Il maltempo fa saltare sempre più partite, quindi è necessario avere più date per i susseguenti recuperi. La Germania sia da esempio. La Bundesliga, il campionato dei campioni del mondo in carica, è formato da 18 squadre. Vero che il Bayern Monaco domina da tempo, vicino il sesto titolo consecutivo per i bavaresi, ma il campionato è appassionante fino all’ultima giornata. Speriamo che Davide Astori non sia morto invano, che la rinascita del calcio italiano passi anche da questo maledetto 4 marzo.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,