Reggiana, oggi la manifestazione contro Sassuolo e Mapei. Il corteo ha sfilato per Reggio Emilia

Pubblicato il autore: Davide Corradini Segui

Nella giornata di oggi si è svolta a Reggio Emilia una manifestazione organizzata dai tifosi della Reggiana – squadra che milita nel campionato di Serie C – per dire basta a Sassuolo e Mapei, proprietari dello stadio cittadino. Il corteo ha sfilato per le vie del centro storico arrivando vicino al Comune della città. Presenti oltre 2000 tifosi

In 2.500, compatti e sotto l’euforia dei colori granata, hanno sfilato e intonato canti a sostegno della Reggiana e del presidente Mike Piazza. Sono i tifosi della Regia che rivendicano lo stadio Giglio quale casa dell’ attuale Reggiana, divenuto però nel 2013 proprietà della Mapei e del Sassuolo Calcio.

“Una squadra, una città: la storia!” questo lo slogan dello striscione di testa del lungo corteo che è partito oggi pomeriggio intorno alle 16.30 dallo stadio Mirabello per attraversare il cuore di Reggio Emilia attraverso via Emilia San Pietro, arrivando poi in Piazza San Prospero, a pochi passi dal Comune della città. Una manifestazione pacifica, organizzata dal Gruppo Vandelli e dalle Teste Quadre per dire basta a Mapei e Sassuolo.
Un richiamo forte alla città e alla sua amministrazione, urlato ben forte dai tifosi durante il corteo cittadino, che non volevano uno scontro tout court, bensì una mediazione che sia in grado di trovare una soluzione sull’affitto dello stadio Città del Tricolore, oggi condiviso da Sassuolo e Reggiana. Ciò che i tifosi non mandano giù è l’affitto troppo caro: per il presidente Piazza il canone è troppo alto, per la Mapei è congruo e i pagamenti sono in forte ritardo.

Leggi anche:  Dove vedere Genoa Sampdoria in tv e in streaming, 25^ giornata Serie A: Sky o DAZN?

Le tappe che hanno portato alla manifestazione

Il braccio di ferro tra Reggio Emilia e Sassuolo è partito dopo l’asta del dicembre 2013, quando la cordata granata venne sconfitta dalla società di Giorgio Squinzi, che acquistò l’impianto per poco più di 3.7 milioni di euro senza dover rilanciare più di tanto.
Come se non bastasse, qualche anno dopo, nel maggio 2002, il neonato comitato “Orgoglio Reggiano” organizzò una marcia dal Mirabello a Piazza Prampolini per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla difficile situazione della società.

La manifestazione di oggi pomeriggio ha richiamato in città circa 2000 tifosi, a cui si sono aggiunti gli ultras di Pallacanestro Reggiana, Cremonese e Vicenza. Il corteo non è arrivato sotto il municipio, occupata dal mercatino del circolo degli artisti”, ma si è fermata nella vicina Piazza San Prospero. Tutto è andato liscio, senza feriti.

Leggi anche:  Fiorentina: la strada da percorrere e quella da evitare
  •   
  •  
  •  
  •