Juve, l’ex Pasquato: “Farei carte false per tornare”

Pubblicato il autore: Francesco Scalzo Segui

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

Cristian Pasquato ha vestito la maglia della Juventus nella stagione 2007/08 e nel 2010, collezionando però appena una presenza ed oggi è in forza al Legia Varsavia.
Il calciatore classe ’89 è cresciuto nelle giovanili della Juventus ed ha debuttato in prima squadra l’11 maggio 2008 nella partita Juventus-Catania entrando al 90′ al posto di Alessandro Del Piero, da qui l’etichetta di “nuovo Del Piero”.
Quest’anno ha vinto la Coppa di Polonia contro l’Arka Gdynia, conquistando il primo trofeo da professionista e il titolo nazionale polacco dopo la vittoria contro il Lech Poznan, pur rimanendo per tutti i 90 minuti in panchina.
Intervistato da “La Gazzetta Dello Sport”, Pasquato ha parlato del suo trascorso in bianconero ed ha espresso il suo rammarico per non essere riuscito a lasciare il segno e a confermarsi in bianconero:

Leggi anche:  10 Giornata, Dove vedere Juventus - Torino diretta tv e streaming

E’ il grande rimpianto della mia carriera. Feci tutto il ritiro con Conte e le cose andarono molto bene. Giocai qualche amichevole da titolare, ma da un giorno all’altro mi ritrovai ad essere la sesta scelta.
Io amo la Juve e farei carte false per tornarci. Ma su di me non è mai stato fatto un progetto serio e l’etichetta di nuovo Del Piero non mi ha aiutato, peccato. Cos’è mancato? La testa e un po’ di fortuna.
Nel 2011-2012 la prima gara saltò per lo sciopero dell’Associazione dei calciatori. Con l’Udinese avrei dovuto partire dall’inizio, ma il destino ha voluto così e ho deciso di andare al Lecce. Un errore.
Champions League? Da piccolo feci il raccattapalle per la Juve in una gara di coppa, ora voglio giocarla da protagonista. Mi piacerebbe rimanere qui per tanti anni, con il Legia ho ancora un anno di contratto. Serie A? Al momento è improbabile, bisogna essere realisti

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: