Milan, Fassone: “Ci aspettavamo almeno il quarto posto”

Pubblicato il autore: Yuri Lo Stuto Segui

BERGAMO, ITALY - MAY 13: AC Milan CEO Marco Fassone looks on before the Serie A match between Atalanta BC and AC Milan at Stadio Atleti Azzurri d'Italia on May 13, 2017 in Bergamo, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

La vittoria schiacciante di ieri del Milan contro una Fiorentina ormai spenta, ha consentito alla squadra rossonera di qualificarsi direttamente alla fase a gironi di Europa League senza passare dai preliminari. Un peccato, in quanto ora che la stagione è finita, il Milan ha disputato la sua miglior partita. Sugli scudi, Patrick Cutrone, un gioiello che Milan e Nazionale devono custodire necessariamente. La nuova squadra di Gattuso deve ripartire da Cutrone, su cui basare il nuovo corso. Il mercato è tutto in divenire, tenendo conto anche delle grane derivanti dal Fair Play Finanziario. Un sesto posto conquistato meritatamente, ma le aspettative erano ben altre, alla luce del faraonico mercato messo in atto dalla società rossonera nella scorsa estate.

Di questo ne ha parlato il D.G. del Milan, Fassone che ai microfoni di Radio RAI, non nasconde il proprio disappunto: “Le aspettative erano ben altre, se ripercorriamo la scorsa estate. Noi puntavamo al quarto posto, o comunque, speravamo di fare almeno 72 punti. Se guardiamo il bicchiere da questo punto di vista lo troviamo mezzo vuoto. Comunque, nel girone di ritorno si è potuta notare una squadra in crescita. Bisogna avere cautela nei giudizi, in quanto tutte le squadre di Serie A che hanno cambiato proprietà sono arrivate tra il quinto e l’ottavo posto. Questo si è verificato sempre al primo anno, dedicato alla costruzione. I frutti si inizieranno a raccogliere dalla seconda stagione, se tutto va bene.”

Ora la parola spetta al mercato, in quanto il Milan dovrà rinforzare la propria rosa, in modo che Gattuso possa fin da subito avere a disposizione dei giocatori in grado di alzare il livello e la qualità di questa squadra. Le basi ci sono, ma si dovranno anche fronteggiare delle cessioni dolorose, anche per battere cassa in mancanza della qualificazione in Champions League. Le premesse per fare una grande stagione ci sono. Bisogna solo avere pazienza.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Atalanta, la situazione infortuni in vista della partita contro l'Udinese
Tags: