Milan, Gattuso sprona Mastour: “Deve smettere di fare video su YouTube”

Pubblicato il autore: Yuri Lo Stuto Segui

FLORENCE, ITALY - DECEMBER 30: Manager of AC Milan Gennaro Gattuso gestures during the serie A match between ACF Fiorentina and AC Milan at Stadio Artemio Franchi on December 30, 2017 in Florence, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Domani il Milan giocherà alle 18 a San Siro contro il Verona. Si tratta di una sfida molto importante in chiave Europa League e salvezza. Con un successo i rossoneri salirebbero al sesto posto in attesa dell’Atalanta, in un periodo di forma stratosferica. Il Verona deve tentare di ottenere i tre punti, in modo che possa prolungare la propria permanenza in Serie A, così come fatto dal Benevento. Entrambe le squadre sono in corsa per i propri obiettivi ed hanno necessità di fare punti. Il Milan ha vinto l’ultima trasferta in casa del Bologna 2-1, mentre gli scaligeri non vincono da cinque partite. Salvezza distante 6 punti, con la SPAL momentaneamente ultima squadra salva.

Nella consueta conferenza della vigilia, Gattuso ha toccato vari argomenti ma uno in particolare è stato abbastanza interessante. Protagonista, il classe ’98 Mastour, promessa del Milan mai sbocciata. E’ presto per definirla meteora, ma quei guizzi fatti intravedere in allenamento dimostrano che il ragazzo ci sa fare. Però ancora non si è visto in campo. Le qualità individuali di palleggiatore sono sì dalla sua parte, però a volte è meglio mettere da parte il proprio ego per concentrarsi sul bene della squadra Gattuso lo ha bacchettato a suo modo: “Gli ho parlato ultimamente, l’ho anche minacciato perché sta diventando più famoso su YouTube facendosi video piuttosto che giocando a calcio. In questi mesi si è allenato con noi ed ho avuto anche l’intuizione di farlo giocare in Primavera. Io ho visto il suo impegno dimostrato in allenamento. E’ uno tosto, ci mette passione ed impegno. Il treno è passato, però non ha 50 anni con una carriera alle spalle. Deve fare tesoro degli errori commessi. E’ molto dotato tecnicamente, ha dei buoni colpi, ma gli manca decisamente il ritmo partita e non riesce a mantenere le distanze in campo.”

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Inaugurazione Atalanta Store, Percassi: "Il mister sa come rimediare, ma ieri bisognava vincere"