Serie A 2018-19: le date e i criteri del sorteggio del calendario

Pubblicato il autore: Andrea Riva Segui

Foto originale Getty Images © selezionata da SuperNews

Finalmente ci siamo quasi, infatti domani alle ore 19 negli studi di Sky nella sede di Milano Santa Giulia ci sarà il sorteggio del calendario delle 38 giornate del campionato di Serie A 2018-19 che comincerà sabato 18 agosto con i primi anticipi e avrà il suo epilogo domenica 26 maggio.

I turni infrasettimanali saranno tre e si giocheranno tutti di mercoledì: 26 settembre, 26 dicembre e 3 aprile; mentre le soste saranno sei di cui quattro per le pause della nazionali e due per la sosta invernale; il primo stop è fissato per il 9 settembre, a cui ne seguiranno cinque: 14 ottobre, 18 novembre, 6 e 13 gennaio e 24 marzo 2019.

La grande novità di quest’anno sarà il “Boxing Day” stile Premier League, infatti oltre ai turni del 22 e 29 dicembre si giocherà anche il 26 dicembre giorno della festa di Santo Stefano per poi ricominciare a giocare il 20 gennaio, ma la domenica prima, il 13, tutti in campo per gli ottavi di finale di Coppa Italia che torna a giocarsi il weekend dopo tantissimi anni.

Leggi anche:  Milan, incubo Covid-19: un giocatore è positivo

Quest’anno il campionato sarà diviso ancor di più in fasce di orario, si parte il sabato con tre anticipi alle ore 15, 18 e 20.30, per poi continuare la domenica alle ore 12.30, tre partite alle 15, una alle 18 e una alle 20.30; la giornata si conclude il lunedì sera alle 20.30 con il “Monday Night“.

Per i criteri del sorteggio del calendario, il primo, è l’alternanza di squadre della stessa città che riguarda Inter e Milan, Juventus e Torino, Roma e LazioSampdoria e Genova, Empoli e Fiorentina, infatti quando una squadra giocherà in casa l’altra sarà impegnata in trasferta e viceversa; i derby, che saranno obbligatoriamente messi in giornate differenti, non potranno essere sorteggiati nè alla prima giornata, nè all’ultima e nè nei turni infrasettimanali e in quest’ultimi non si ci saranno gli incontri tra le sei big del campionato Juventus, Napoli, Roma, Inter, Lazio e Milan.

Leggi anche:  Lazio, Tare: "Siamo una squadra in costruzione, ma saremo protagonisti"

Per quanto riguarda le Coppe Europee, tra un turno di Europa League e uno di Champions, i club che partecipano a queste due manifestazioni non possono incontrare quelle che partecipano all’altro, quindi Lazio, Milan e Atalanta (quest’ultima se si qualifica all’Europa League tramite i tre turni preliminari) non giocheranno contro Juventus, Napoli, Roma e Inter nelle giornate 5813 e 16.

Ultimo punto importante è che nelle ultime quattro giornate di campionato le partite in casa devono alternarsi perfettamente con quelle giocate in trasferta, mentre non possono esserci più di due incontri di fila tra casa e trasferta per girone (massimo due all’andata, due al ritorno).

A differenza del passato non c’e’ più l’obbligo di alternanza casa-trasferta tra club con lo stadio in comune rispetto alla prima giornata del campionato scorso, nell’ultima giornata non possono incontrarsi tra loro, indipendentemente dall’ordine casa-trasferta, società che si sono già incontrate nell’ultima giornata dei Campionati 2016-2017 o 2017-2018; stessa cosa vale anche per la prima giornata.

Leggi anche:  Dove vedere Twente-Venezia in diretta tv in chiaro e streaming gratis, amichevole 3 agosto

Infine le società che, nel Campionato di Serie A 2017-2018, hanno disputato fuori casa l’ultima gara giocheranno in casa l’ultima partita.

  •   
  •  
  •  
  •