Juventus-Lazio 2-0, massimo risultato con minimo sforzo: solita vittoria bianconera

Pubblicato il autore: Davide Coppola Segui
TURIN, ITALY - APRIL 15: Mario Mandzukic of Juventus in action during the serie A match between Juventus and UC Sampdoria at Allianz Stadium on April 15, 2018 in Turin, Italy. (Photo by Tullio M. Puglia/Getty Images)

Mario Mandzukic – Foto Getty Images © scelta da SuperNews

La Juventus vince la seconda partita stagionale battendo la Lazio 2-0. All’Allianz Stadium Allegri presenta una formazione diversa rispetto alla prima contro il Chievo per quanto riguarda soprattutto l’attacco, lasciando in panchina il trio sudamericano Cuadrado, Dybala e Douglas Costa, preferendo la potenza di Mandzukic e la freschezza di Bernardeschi che ha deciso la trasferta di Verona con il goal del definitivo 2-3. Punto fermo ed inamovibile, Cristiano Ronaldo alla prima partita allo Stadium.
Lazio che vuole riscattarsi dopo la prima sconfitta contro il Napoli, si presenta invece con un 3-5-2 con Luis Alberto alle spalle dell’unica punta Ciro Immobile che l’anno scorso a Torino contro la Juve realizzò una doppietta che permise alla Lazio di vincere la partita.

Squadre che partono abbastanza aggressive pressando alto, soprattutto la Lazio, che con Lulic sfrutta un disimpegno difensivo sbagliato dei bianconeri, calciando in porta, ma trovando un reattivo Szezesny che devia in angolo.Cresce la Juve intorno al 20′ con Khedira che prende un palo e con Bernardeschi che con un bellissimo sinistro a giro costringe Strakosha a respingere in calcio d’angolo.
Al 29′ la Juve segna il primo goal con uno splendido gesto tecnico e di coordinazione di Miralem Pjanic che si avventa su un rimbalzo dopo la respinta di un giocatore della Lazio causata da una sponda di Mandzukic su un cross di Cancelo dalla fascia destra, infilando con il destro il pallone tra il palo e i guanti di Strakosha che non può arrivarci.Lazio che cerca di reagire con un tiro di Immobile e uno di Milinkovic-Savic che finiscono entrambi fuori, ma soprattutto sul finale del primo tempo con un inserimento di Parolo in area bianconera che colpisce di testa uscendo fuori di poco dopo un cross del centrocampista serbo.

Secondo tempo che inizia con una Lazio più propositiva e una Juve che commette alcuni errori tecnici. Al 58′ un’occasione importante per la Lazio con Luis Alberto che con un destro a giro manda la palla fuori di poco.
Allegri ricorre ai cambi potendo scegliere da una panchina di primissimo livello, infatti esce Bernardeschi per Douglas Costa. Anche Inzaghi cambia qualcosa, effettuando due cambi, fuori Luis Alberto e Parolo, dentro Correa e Durmisi. Lazio che rimane sempre in partita mentre la Juve non riesce a chiuderla. Ci prova Cristiano Ronaldo che, alla ricerca del suo primo goal con la maglia bianconera, tenta un tiro a giro col destro dopo essersi liberato del suo avversario, ma Strakosha, proprio come Sorrentino la settimana scorsa, gli nega la gloria con una bellissima parata. Ma al 75′ la Juve chiude la partita con Mario Mandzukic, dopo un cross dalla destra di Cancelo (uno dei migliori in campo) sul quale arriva Ronaldo che litiga con il pallone, che si alza e viene colpito in volo dal vicecampione del mondo che realizza il suo primo goal in campionato.

  •   
  •  
  •  
  •