Milan-Roma, da Inzaghi a Higuain? Gattuso alla ricerca della vittoria perduta

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

Gonzalo Higuain – Foto Getty Images© per SuperNews

Gattuso, esordio stagionale a San Siro. Magari avrebbe preferito un altro avversario per la prima a San Siro dell’annata 2018/2019, ma al calendario non si comanda. Rino Gattuso prepara la sfida ai giallorossi tra tabù da sfatare e rebus di formazione da risolvere. 9 maggio 2015, questa è la data dell’ultima vittoria casalinga del Milan contro la Roma. Fu un 2-1 in favore dei rossoneri. Il secondo gol milanista fu segnato, nei panni di ex, da Mattia Destro. Quello dell’attaccante, attualmente al Bologna, non fu solo il gol che consegnò la vittoria ai milanisti. Fu anche l’ultima rete segnata da un numero 9 del Milan contro la Roma a San Siro. L’allenatore rossonero era Filippo Inzaghi, l’ultimo grande numero nove della storia milanista. Negli ultimi tre confronti giocati al Meazza il Milan ha sempre perso contro la Roma. 1-3 nel 2015/2o16, 1-4 nel 2016/2017 e 0-2 nella passata stagione. 

Leggi anche:  Vent'anni fa l'ultimo successo in campionato contro la Juventus (ad opera dei Vava Boys)

Milan-Roma di venerdì sera sarò anche la prima per Higuain a San Siro con la maglia rossonera. Neanche il Pipita ha una tradizione troppo positiva contro i giallorossi. L’argentino ha segnato solo 3 gol in 12 match giocati contro la Roma. Davvero poco per un bomber abituato alle sue medie. Gattuso cerca i primi punti in campionato. Il debutto contro il Napoli ha lasciato il segno. Tanto che il tecnico rossonero sta pensando a qualche cambio di formazione. Innanzitutto tornerà Calhanoglu. Il turco aggiungerà qualità alla manovra offensiva rossonera. un po’ sterile al San Paolo nonostante i due gol segnati. Cambi anche in difesa, dove Caldara prenderà il posto di Musacchio. Sugli esterni Abate-Laxalt minacciano Calabria-Rodriguez. In mezzo dovrebbe essere confermato il trio Kessié-Biglia-Bonaventura. 

Gattuso, missione complicata a San Siro

Gattuso, ancora la Roma per la svolta? Nella passata stagione fu una delle partite migliori giocate dal Milan. All’Olimpico i rossoneri sconfissero i giallorossi per 2-0, con reti di Cutrone e Calabria. Quello fu probabilmente il picco più alto dell’annata milanista. In questa stagione la Roma arriva molto presto. I giallorossi, nelle prime due giornata di campionato, hanno dimostrato di essere molto pericolosi in attacco. Ma hanno evidenziato anche qualche crepa di troppo in difesa. Di Francesco sta cercando la quadratura del cerchio. Non facile e immediata da trovare, soprattutto dopo la partenza di Nainggolan e Strootman.

Leggi anche:  Europa League, Roma credici: la finale è vicina

Ci sono stati meno cambiamenti nella rosa del Milan. Gattuso però dovrà cominciare a inserire i nuovi acquisti. Nel caso di Higuain dovrà anche cercare di capire come sfruttare la pericolosità del Pipita. Dopo Milan-Roma ci sarà la sosta per le nazionali. La prima stagionale, un momento sempre molto delicato da gestire. Gattuso sa che ha bisogno di un risultato positivo per poter affrontare in maniera più serena. In caso contrario il tecnico rossonero sa molto bene che l’ombra di Antonio Conte si allungherebbe sempre più su Milanello. A settembre le giornata si accorciano ed è tempi di migrare per i pastori. Gattuso però vuole tenersi stretto il Milan. Per farlo però ci vogliono i risultati. Da subito, da domani sera conto la Roma. E contro il tabù San Siro.

  •   
  •  
  •  
  •