Serie A: aspettando Roma-Atalanta, riviviamo il secondo turno

Pubblicato il autore: Francesco Perna Segui


In attesa del posticipo di questa sera tra Roma e Atalanta, andiamo a scoprire cosa è successo in questo secondo turno di Serie A che non ha visto nessuna squadra vincere in trasferta. Il weekend di
campionato  si è aperto con la sfida dello Stadium tra Juventus e Lazio. I campioni d’Italia regolano i biancocelesti grazie al fattore “ic”. Un gol per tempo di Pjanic e Mandzukic sono sufficienti per superare una Lazio molto attenta in fase difensiva, ma troppo sterile davanti. La squadra di Allegri vince il primo test importante del campionato e rimane in testa alla classifica a punteggio pieno. Per la Lazio è un inizio shock; era dalla stagione 2006-2007 che non perdeva le prime due giornate di campionato. Per il tecnico piacentino sarà una stagione difficile e ottenere un posto Champions sarà molto complicato visto anche l’ottimo mercato delle dirette concorrenti.
Sempre sabato è andato in scena al San Paolo un’altra sfida di cartello, quella tra Napoli e Milan.
Il maestro contro l’allievo. Ancelotti contro Gattuso. Il Milan parte bene e trova meritatamente il doppio vantaggio con i gol di Bonaventura e Calabria. Ma i rossoneri dopo 55 minuti giocati a grandi ritmi, cedono di schianto di fronte ad un Napoli capace di ribaltare la situazione dapprima con la doppietta di un sempre presente Zielinski e trovano il sorpasso grazie al tap-in di Mertens. I partenopei, vincono nuovamente in rimonta e si godono il primato in classifica. Il risultato non premia il “diavolo”, ma se si considera il coefficiente di difficoltà della sfida e il poco tempo avuto per organizzare tecnicamente e tatticamente una squadra con molti elementi nuovi, il giudizio resta positivo. Attenzione però, perché venerdì a San Siro arriverà la Roma e sarà fondamentale  dare una risposta soprattutto a livello mentale
La sfida più importante della domenica è stata quella del Meazza tra Inter e Torino. I nerazzurri volano nel primo tempo sotto i colpi di Perisic e del neo arrivato De Vrij. Ma nel secondo tempo gli uomini di Luciano Spalletti si specchiano su stessi. Il Toro di Mazzarri ne approfitta subito. Prima accorcia con Belotti, che approfitta di un’incertezza di Handanovic e tredici minuti dopo si regala il pareggio grazie ad una perla dell’ex Monaco Meité. Entrambe le squadre conquistano il loro primo punto in classifica, ma se per i granata è un pareggio che regala notizie confortanti, in casa nerazzurra il punto conquistato non basta per donare i sorrisi ad un’ambiente deluso da questo inizio difficile.
Game set and match. La Fiorentina dilaga per 6-1 contro un Chievo che sembra già dare segni di cedimento in attesa della sentenza sulle plusvalenze fittizie. I viola potranno essere la sorpresa positiva di questo campionato. Pioli dopo un anno di costruzione, può godersi una squadra giovane, spavalda e migliorata nel mercato appena concluso. Emozioni senza fine a Cagliari. I sardi per due volte trovano il vantaggio con Pavoletti che si conferma il Re dei colpi di testa, ma Berardi prima e Boateng su rigore allo scadere, fissano il punteggio in parità. Il Genoa esordisce in questa Serie A, in una serata toccante per il ricordo delle vittime del Ponte Morandi grazie alla vittoria per 2-1 sull’Empoli. Platek e Kouamé battezzano con il gol l’esordio nel massimo campionato. Alla nuova Udinese di Velazquez è sufficiente la rete di De Paul per battere una Sampdoria di Giampaolo, sempre poco incisiva quando gioca lontano da Marassi. L’unica gara senza gol è stata Frosinone e Bologna che si è giocata a porte chiuse all’Olimpico Grande Torino. Tra l’altro entrambe le squadre devono ancora sbloccarsi in questo torneo, ma se per il Frosinone può essere normale, per i rossoblù è un campanello d’allarme da non sottovalutare. Concludiamo con la Spal. La vittoria nel derby contro il Parma regala il primato agli spallini grazie al secondo 1-0. Il giusto premio per una società molto ambiziosa che ha operato in modo molto intelligente nell’ultima sessione di calciomercato.

  •   
  •  
  •  
  •