Amichevole, Milan-Pro Piacenza: 1-0. Sfida tutta in famiglia per i Maldini

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

ROME, ITALY – MAY 18: AC Milan former player Paolo Maldini attends the Italian Football Federation (FIGC) press conference ‘ Il calcio Aiuta’ on May 18, 2017 in Rome, Italy. (Photo by Paolo Bruno/Getty Images)

Una vecchia canzone di Sergio Caputo recitava così: “E’ sembra un sabato qualunque, un sabato italiano…“, qualunque per tutti ma non per Paolo Maldini che ieri, nella cornice del centro sportivo rossonero di Milanello, ha assistito al test amichevole tra il Milan e la Pro Piacenza, compagine di serie C. Detta così, appare una classica sgambata in concomitanza della sosta per le nazionali, se non fosse che sia andato in scena uno scontro tutto in famiglia tra Daniel e Christian, entrambi figli del neo responsabile strategico dell’area sport del club di via Aldo Rossi, il quale in compagnia di sua moglie, Adriana, ha osservato i suoi ragazzi darsi battaglia sul rettangolo verde.

Daniel è un attaccante, classe 2001, e gioca nel Milan. Christian, invece, nato nel 1996, è un difensore e milita nella Pro Piacenza, squadra allenata dall’ex centrocampista di Udinese, Lazio e Juventus, Giuliano Giannichedda. La sfida tra le due squadre si è conclusa con il punteggio di 1-0 per i rossoneri, grazie al gol siglato al 41′ da Borini e tale test è risultato utile per Gennaro Gattuso, al fine di valutare l’inserimento in squadra dei nuovi arrivati come Bakayoko e Castillejo, i quali hanno avuto, sin qui, poco spazio in campionato. Da sottolineare l’astinenza prolungata dal gol da parte di Gonzalo Higuain, il quale oltre ad esser fermo a quota zero per quanto concerne le reti messe a segno in campionato, ha proseguito in tale digiuno anche nell’amichevole disputata ieri.

Oltre, però, a questi dati statistici, gli occhi  di papà Maldini e delle telecamere posizionate a bordo campo erano tutti rivolti sui fratelli Daniel, numero 80 rossonero, e Christian, numero 3 della Pro Piacenza, 3 come il numero di maglia indossato da papà Paolo nei suoi 25 anni di prestigiosa carriera. Christian ha giocato titolare nella difesa della Pro Piacenza, Daniel è subentrato nella ripresa al posto di Biglia, ma ciò che in molti si augurano è che in futuro la maglia numero 3 possa di nuovo comparire sulle spalle di un Maldini e che ad indossarla possa essere proprio questo giovane talentuoso trequartista, dalle ottime prospettive.

Paolo ha osservato la partita in silenzio, con la solita eleganza e il garbo che lo contraddistinguono, ma c’è da scommettere che a fine match abbia fornito utili consigli ad entrambi i ragazzi, con lo scopo di migliorali e catechizzarli affinché possano scendere in campo facendo frutto dell’autorevole parere di uno che con la maglia del Milan ha vinto tutto ciò che vi era da vincere. Non è stato un sabato qualunque, ma un sabato griffato Maldini.

  •   
  •  
  •  
  •