Fiorentina-Spal: 3-0. Viola dominatori e si sblocca anche Pjaca

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Marko Pjaca – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Buona prestazione da parte della Fiorentina che nell’anticipo del sabato ha surclassato la Spal con un perentorio 3-0. La sfida non si preannunciava affatto facile per i gigliati, i quali erano chiamati ad affrontare una compagine, quella estense, seconda in classifica, con 9 punti all’attivo, e un solo gol al passivo. Una missione, quindi, da prendere con le dovute cautele.

Ed invece la banda guidata da Stefano Pioli ha palesato grinta, intraprendenza, una buona organizzazione di gioco tra i reparti e delle individualità da fare invidia. Il tridente avanzato inizia a girare a mille. Nel recupero di mercoledì scorso, contro la Samp, è stato il “cholitoSimeone ad andare a segno, ieri, invece, è stato il turno di Marko Pjaca, autore del gol che ha sbloccato il match e soprattutto della sua prima rete in A, e di Federico Chiesa, protagonista, per l’ennesima volta, di una performance degna di nota, coronata, per l’appunto, con un sigillo festeggiato attraverso un caloroso abbraccio con suo fratello Lorenzo, posizionato a bordo campo nelle vesti di raccattapalle.

La Viola convince ed esprime un gioco assai piacevole agli occhi dei propri tifosi e degli addetti ai lavori. Soprattutto al “Franchi” il cammino dei toscani è da primi della classe: tre vittorie su tre, dieci gol realizzati ed uno solo subito, cifre da scudetto che però non fanno il paio con quando ammirato, sino ad ora, in trasferta, in cui i gigliati hanno rimediato una sconfitta di misura al “San Paolo” contro il Napoli e non sono andati oltre l’1-1 con la Sampdoria. Martedì 25 settembre, inoltre, saranno di scena a “San Siro” al cospetto dell’Inter, in occasione dell’anticipo della sesta giornata di serie A, e in quella circostanza dovranno provare a bissare quanto di ottimo compiuto tra le proprie mura amiche, in cui compattezza ed intensità agonistica ne fanno da padroni.

Tutti i i calciatori impiegati hanno fornito il loro lauto contributo, anche coloro che sono entrati a gara in corso come Hancko, Mirallas ed Eysseric, dimostrando che ciascuno di loro navighi nella medesima direzione. Per compiere il tanto atteso salto di qualità, occorre, quindi, che le prestazioni superlative sciorinate al “Franchi” vengano confermate anche in trasferta, solo allora si potrà parlare di una Fiorentina ambiziosa in ottica europea.

Nel frattempo, il tecnico Stefano Pioli ha giudicato in questa maniera il successo ineccepibile ottenuto ai danni della Spal: “Non deve esserci differenza tra giocare contro una grande o contro una piccola squadra. Noi oggi siamo stati padroni del campo ed abbiamo dimostrato di avere dei valori e di saperli evidenziare. La Fiorentina ha le qualità per giocare un calcio veloce, abbiamo disputato una buona partita con personalità e la determinazione giusta. Giocare in casa con questo pubblico ci dà qualcosa in più“. Infine un commento sulla performance di Pjaca, autore della rete che spostato l’ago della bilancia dalla parte della Viola: “E’ un giocatore che sa stare in campo, ha talento ma deve trovare il ritmo. Deve anche trovare maggiore convinzione e maggiore entusiasmo, è un grande ragazzo ma non è “apertissimo”. Deve stare sereno“.

  •   
  •  
  •  
  •