Frosinone-Juventus: torna Dybala dal primo minuto

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Paulo Dybala – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Testacoda nel posticipo serale della quinta giornata di serie A. A chiudere questo turno di campionato spetterà a Frosinone e Juventus, in un “Benito Stirpe” che si appresta a mostra il suo lato più bello, con un sold out prevedibile, al fine di assistere da vicino alle gesta di Cristiano Ronaldo.

La Juventus giunge a quest’appuntamento da prima della classe, con 12 punti all’attivo, frutto di quattro vittorie su altrettante gare disputate. Oltre a ciò la Vecchia Signora è galvanizzata dal trionfo rimediato in Champions League, in casa del Valencia, in cui in dieci uomini, a causa dell’espulsione di CR7, si è imposta al “Mestalla” con una doppietta di Pjanic dagli undici metri. Bianconeri in salute, quindi, anche se Massimiliano Allegri nel giorno di vigilia non ha voluto effettuare voli pindarici con la fantasia ed ha ribadito di non abbassare la concentrazione, al fine di evitare goffe battute d’arresto contro una neopromossa. L’eccessivo entusiasmo rischia di essere un’arma a doppio taglio, motivo per cui meglio tenere i piedi ben saldi a terra.

Dall’altra parte il Frosinone proverà con grinta, umiltà e fame agonistica a tenere testa alla Juventus. I ciociari sono reduci da un avvio di campionato alquanto disastroso. I gialloazzurri sono penultimi in classifica con un punto all’attivo, in compagnia del Bologna, ed annoverano una tra le difese più colabrodo del torneo con dieci reti al passivo. Non va di certo meglio in fase offensiva, dove assieme ai felsinei, sono impalati a quota zero per quanto concerne i gol realizzati. Descritta in questa maniera non dovrebbe esserci sfida tra le due squadre, ma i bianconeri sono troppo esperti per non comprendere che in situazioni di questo genere possano sorgere insidie inaspettate alla vigilia.

Spostando il focus sulle probabili formazioni, Allegri dovrebbe affidarsi al collaudato 4-3-3 con Szczesny tra i pali, Cuadrado ed Alex Sandro lungo le corsie laterali, mentre la coppia centrale di difesa sarà formata da Rugani e Benatia. A centrocampo fiducia ad Emre Can, Pjanic e Bentancur, mentre in attacco torna Dybala dal primo minuto, dopo la panchina di Valencia, il quale assieme a Bernardeschi giocherà a supporto della punta Cristiano Ronaldo.

Moreno Longo, invece, schiererà i suoi uomini con il 3-5-2: Sportiello in porta, linea di difesa composta da Brighenti, Salamon e Capuano. Sulle fasce agiranno Zampano e Molinaro, mentre la mediana sarà presidiata da Chibsah, Maiello ed Hallffredsson. In attacco spazio al tandem Campbell-Perica. L’arbitro designato per dirigere il match è il signor Piero Giacomelli della sezione di Trieste.

  •   
  •  
  •  
  •