Inter-Parma: Spalletti si affida a Keita in attacco, i gialloblù puntano sul rivitalizzato Gervinho

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Radja Nainggolan – Foto Getty Images© selezionata da SuperNews

Si alza il sipario sulla quarta giornata di serie A. Ad aprire i battenti sarà l’anticipo delle ore 15 tra Inter e Parma. I nerazzurri giungono a quest’appuntamento galvanizzati dalla vittoria rimediata nel turno precedente, prima della sosta, contro il Bologna, successo, quello, decisamente corroborante dopo l’avvio tutt’altro che esaltante con la sconfitta, all’esordio, in casa del Sassuolo e il pareggio, in rimonta, subito ad opera del Torino.

La settimana che ha anticipato questa sfida contro i gialloblù emiliani è stata caratterizzata dalle scelte da attuare dal tecnico Luciano Spalletti, il quale dovrà gestire nel migliore dei modi le risorse a propria disposizione, considerando gli impegni immediati che attendono la sua squadra, a partire dalla gara di Champions League, in programma martedì 18 settembre alle 18:55, contro il Tottenham. Ora, però, è tempo di pensare al campionato e di recuperare terreno in classifica.

Leggi anche:  Bel gioco o risultati? La classifica del possesso palla in Serie A: Juve, Napoli e Atalanta al top, l'Inter...

L’allenatore toscano dovrà fare a meno di Lautaro Martinez, vittima di un problema al soleo sinistro, e di Vrsaljko, tornato dagli impegni con la nazionale croata con un fastidio al ginocchio. Per quanto concerne Icardi, invece, l’attaccante argentino solo ieri si è allenato per la prima volta in gruppo e con ogni probabilità, oggi pomeriggio, dovrebbe partire, almeno inizialmente, dalla panchina per poi farsi trovare al meglio in vista del duello in Champions contro gli Spurs.

Il Parma, invece, dopo il pareggio alla prima giornata contro l’Udinese, ha rimediato due sconfitte, al cospetto di Spal e Juventus. Se contro gli estensi la performance della squadra guidata da Roberto D’Aversa sia stata particolarmente insoddisfacente, discorso diverso per quanto riguarda il match con la Vecchia Signora, in cui i ducali hanno dimostrato verve e temperamento, soprattutto nella prima frazione di gara, creando più di qualche grattacapo alla retroguardia juventina. Tra i fiori all’occhiello dell’undici emiliano vi è Gervinho, calciatore che non appare affatto sul viale del tramonto, bensì, fortemente intenzionato a dimostrare tutto il suo valore, contribuendo attivamente alla permanenza in A della compagine gialloblù.

Leggi anche:  Dove vedere Atalanta-Juventus: streaming e diretta tv Serie A

Spostando il focus sulle probabili formazioni, Spalletti appare intenzionato ad affidarsi al 4-2-3-1 con Handanovic in porta, Skriniar e De Vrij a comporre il duo centrale di difesa, mentre D’Ambrosio ed Asamoah occuperanno le corsie laterali. Sulla mediana fiducia al duo Gagliardini-Brozovic, sulla trequarti, invece, Politano, Nainggolan e Perisic avranno il compito di innescare la punta centrale Keita.

D’Aversa, invece, non sembra intenzionato a snaturare il suo 4-3-3: Sepe tra i pali, Iacoponi e Gobbi esterni di difesa, Bruno Alves e Gagliolo agiranno da centrali. A centrocampo fiducia al trio Rigoni, Stulac, Barillà, mentre in attacco Gervinho e Di Gaudio si muoveranno ai lati della punta Inglese. L’arbitro designato per dirigere il match è il signor Gianluca Manganiello della sezione di Pinerolo.

  •   
  •  
  •  
  •