Juventus: Khedira giura fedeltà ai bianconeri, il tedesco rinnova fino al 2021

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Sami Khedira – Foto originale Getty Images © selezionata da SuperNews

Non è un nuovo innesto in casa bianconera ma considerando la sua utilità in mezzo al campo è come se lo fosse. Sami Khedira, in scadenza di contratto nel 2019, ha rinnovato con la Vecchia Signora sino al prossimo 30 giugno 2021, palesando un grande attaccamento ai colori juventini. Khedira indossa la maglia bianconera dal 2015 e sino ad ora sono 113 le presenze collezionate, impreziosite da 20 reti. Al suo attivo ha, altresì, la conquista di tre scudetti, altrettante coppe Italia ed una Supercoppa Italiana, diventando uno dei leader nel centrocampo della squadra guidata da Massimiliano Allegri.

Come dimostrato durante quest’inizio di stagione, il tedesco, ex Real Madrid, è un elemento assai prezioso, dotato di un’invidiabile esperienza internazionale, caratteristica, questa, che darà man forte ai bianconeri al fine di giungere il più avanti possibile in Champions League, obiettivo prioritario di quest’annata. Intervistato dal canale JTV, Khedira ha rilasciato interessanti dichiarazioni in merito al rinnovo contrattuale, senza disdegnare alcune battute sulle ambizioni della compagine bianconera e sui meriti da attribuire a mister Massimiliano Allegri.

Leggi anche:  Probabili formazioni Napoli-Inter: le scelte di Gattuso e Conte

Questo un estratto delle parole pronunciate dal numero 6 della Juventus: “Una giornata importante e straordinaria per me. Pensavo sarebbe stato difficile trovare altre sfide, e invece qui le ho trovate. Voglio rimanere qui per tanto tempo, perché indossare questa maglia è un onore di cui ti accorgi anche camminando per strada o andando allo stadio. La Juventus è importante e devi lottare per essere un giocatore bianconero“.

Per quanto riguarda il club, solo elogi da parte del centrocampista tedesco: “Juve vuol dire grande storia, vuol dire lottare per essere campioni, vuol dire essere il miglior club italiano e, speriamo presto, europeo. D’altronde, se giochi due finali di Champions in tre stagioni significa che sei un grande team: quest’anno vogliamo continuare a trionfare in Italia, ma sono sicuro che tutti lotteremo per cercare di vincere in Europa. L’arrivo di Cristiano Ronaldo aiuta e dà motivazione, ma non basta: i tifosi sognano la Champions League e noi ci impegneremo per trasformare questo sogno in realtà“.

Leggi anche:  Atalanta-Juventus probabili formazioni: ritorno al 3-4-1-2 per i nerazzurri?

Infine un pensiero sul suo allenatore, Max Allegri, in grado di esaltarlo e in un certo senso di rivitalizzarlo dopo i gravi infortuni patiti in carriera: “Una delle persone più intelligenti che abbia conosciuto nel calcio, ma anche un grande tecnico, come confermano le sue vittorie: Allegri è preparatissimo tatticamente e sa comunicare con i giocatori, bilanciando il duro lavoro con modi rilassati e gentili“.

  •   
  •  
  •  
  •