Juventus-Napoli: sfida ad alta quota tra Cristiano Ronaldo ed Insigne

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Il ricco sabato della serie A metterà di fronte, alle ore 18, Juventus e Napoli nel più classico degli scontri d’alta classifica. La rivalità tra le due tifoserie e le due compagini è ben nota, così come le aspirazioni comuni di dominare in Italia, motivo per cui la gara valevole per la settima giornata di campionato si preannuncia alquanto entusiasmante ed imperdibile. Indubbiamente parlare di sfida scudetto a fine settembre rischi di essere decisamente prematuro, molto meglio inquadrare tale confronto in una dimensione di match interessante ma non decisivo.

La Vecchia Signora giunge a quest’appuntamento da prima della classe con 18 punti all’attivo, frutto di sei vittorie consecutive. La banda guidata da Massimiliano Allegri, inoltre, con 13 gol all’attivo è il secondo miglior attacco del torneo, solamente il Sassuolo ha fatto meglio con 14 centri realizzati. Spostando il focus sulla difesa, invece, i 4 centri subiti la issano, anche in questo caso, a seconda miglior retroguardia della A, alle spalle della Sampdoria con 3 gol sul groppone. L’avvio esaltante dei bianconeri condito da sette trionfi di fila, sommando campionato e Champions, va ad eguagliare quanto di straordinario compiuto, sempre dalla Juventus, nel 1930. Bianconeri in salute, quindi, e con tanta voglia di cancellare quell’amara sconfitta subita il 22 aprile scorso, all'”Allianz Stadium“, da parte del Napoli, quando vennero freddati dalla rete di Koulibaly al 90′, mettendo, così,  ansia alla Vecchia Signora nel finale di stagione.

Leggi anche:  Juventus Genoa 3-1 (Video Gol): la Vecchia Signora non si ferma più, bianconeri terzi

Il Napoli, invece, è secondo in classifica, con 15 punti all’attivo. Gli azzurri sono reduci, in campionato, da tre vittorie consecutive, in cui hanno siglando 7 reti, subendone solo una. Lontano dal “San Paolo” il ruolino di marcia degli uomini guidati da Carlo Ancelotti parla di due vittorie ed una sconfitta, anche se la sensazione fornita da Insigne e compagni è che gli azzurri abbiano trovato nuove certezze con l’avvento del 4-4-2, palesando progressi nella manovra ed una spiccata compattezza difensiva.

Dirottando le attenzioni su quelle che potrebbero essere i ventidue che scenderanno in campo, Allegri potrebbe affidarsi al 3-5-2 con Szczesny tra i pali, linea di difesa composta da Barzagli, Bonucci e Chiellini. Lungo le corsie laterali fiducia a Cuadrado ed Alex Sandro, mentre la mediana sarà presidiata da Emre Can, Pjanic e Matuidi. In attacco spazio al tandem Cristiano Ronaldo-Dybala.

Leggi anche:  Ziliani contro Maresca: "CR7 non espulso per un calcio in faccia a Cragno, a Ibra rosso diretto per proteste"

Ancelotti, invece, risponderà, molto presumibilmente, con il 4-4-2: Ospina in porta, Albiol e Koulibaly duo centrale di difesa. Sulla corsia destra agirà Hysaj, sul fronte opposto Mario Rui. A metà campo Hamsik ed Allan occuperanno la mediana, Callejon e Verdi muoveranno sulle corsie esterne. In avanti coppia offensiva formata da Insigne e Mertens. L’arbitro designato per dirigere la sfida è il signor Luca Banti della sezione di Livorno.

  •   
  •  
  •  
  •