Juventus-Sassuolo: si sblocca anche Cristiano Ronaldo, i bianconeri appaiono imbattibili

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Cristiano Ronaldo – Foto Getty Images© selezionata da SuperNews

Buona prestazione da parte della Juventus che con umiltà, perseveranza, grinta e un Cristiano Ronaldo tornato finalmente ai livelli del Real, si sono sbarazzati del volenteroso Sassuolo, ipotecando, così, la quarta vittoria su altrettante gare disputate. La banda guidata da Massimiliano Allegri occupa il primo posto a quota 12, distante tre lunghezze dal Napoli, sette dalla Roma e otto da Milan e Inter. Detta così, può apparire il primo sprint della stagione. Di certo, compiere voli pindarici con la fantasia, ora, a metà settembre, rischi di essere prematuro e abbastanza azzardato, ma i campioni d’Italia in carica hanno dimostrato di possedere armi in più rispetto alle presunte dirette concorrenti per il titolo.

La sfida contro i neroverdi allenati da Roberto De Zerbi, non è stata affatto facile da risolvere. Nella prima frazione di gara, fatta eccezione per un harakiri di Lirola che ha rischiato di mettere in difficoltà il suo compagno di squadra Consigli, è stato il Sassuolo a rendersi pericoloso con Ferrari, autore di un colpo di testa prontamente intercettato da Szczesny. I bianconeri sono apparsi compatti a centrocampo, con Emre Can in ottime condizioni, ma in avanti il solo Cristiano Ronaldo è sembrato avere dentro di sé il fuoco sacro dell’attaccante, in quanto sia Mandzukic che Dybala non abbiano sciorinato una performance memorabile.

Leggi anche:  Inter, secondo il CIES è tra le ultime in Europa: i nuovi dati

Nella ripresa, invece, si è materializzato ciò che in tanti, in particolar modo i tifosi bianconeri, desideravano accadesse. Alle ore 16:11 di domenica 16 settembre 2018, il cinque volte Pallone d’Oro, Cristiano Ronaldo, è entrato nel novero dei marcatori presenti nel campionato italiano. Dagli sviluppi di un calcio d’angolo, Ferrari commette una leggerezza, spedendo, di testa, la sfera sul palo, favorendo, così, il portoghese che da due passi dalla linea di porta ha infilato la palla in rete. Esplosione di gioia all'”Allianz Stadium” e solita esultanza per CR7, felice di aver interrotto un fastidioso digiuno. Non contento di ciò, Ronaldo si è ripetuto un quarto d’ora più tardi, effettuando uno sprint di circa 90 metri, raccogliendo un assist di Emre Can, per poi sfoderare un tiro angolato su cui Consigli non può nulla. Cristiano è famelico e i tifosi juventini non possono che sognare ad occhi aperti.

Leggi anche:  Calciomercato Juventus: parte l'assalto all'attaccante colombiano

L’unica nota stonata del pomeriggio torinese non è rappresentata dal gol subito, al 91′, ad opera di Babacar, che comunque invita ad attente riflessioni sulla tenuta della difesa juventina, sino ad ora perforata in quattro occasioni, quanto piuttosto dalla reazione scriteriata di Douglas Costa nei confronti di Di Francesco, con il brasiliano protagonista, suo malgrado, di un inqualificabile sputo nei riguardi dell’esterno d’attacco del Sassuolo. Si prospetta per lui una lunga squalifica, con Allegri che non ha affatto gradito tale atteggiamento.

Questo un estratto delle parole pronunciate dal tecnico livornese al termine della sfida con gli emiliani: “Quello di Douglas è un episodio che non deve accadere, dobbiamo stare attenti alle provocazioni. La partita era in discesa, abbiamo sbagliato nel giocare più singolarmente e meno di squadra. Non c’è stato bisogno di stimolare Ronaldo, è sempre andato vicino al gol nelle altre tre partite. Il Sassuolo è una buona squadra, ma siamo stati bravi a prendere in mano la partita da subito. A fine partita ci siamo incasinati, dobbiamo migliorare questo aspetto“.

  •   
  •  
  •  
  •