Milan-Atalanta, rossoneri dal doppio volto. Altro passo falso, così la Champions è lontana

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Gonzalo Higuain – Foto Getty Images© per SuperNews

Prosegue il momento altalenante per i rossoneri. Il Milan, nel pareggio per 2-2 contro l’Atalanta, ha messo in mostra, nuovamente, i limiti visti in campionato durante quest’avvio. In tale circostanza la banda guidata da Gennaro Gattuso è stata protagonista di un ottimo primo tempo, per poi calare di rendimento nella ripresa, subendo la riscossa degli orobici.

Al pronti-partenza-via, il “diavolo” si è immediatamente portato in vantaggio, dopo appena 2 minuti, grazie ad un gol capolavoro di Higuain su assist delizioso di Suso. A seguire occasioni a raffica per Bonaventura, a cui è stato annullato un gol per posizione di fuorigioco, Higuain e Kessie. Rossoneri roboanti, quindi, che hanno concesso ben poco all’Atalanta, se non una ghiotta opportunità per Pasalic, non sfruttata al meglio.

Leggi anche:  Ziliani, altro attacco a Cristiano Ronaldo: "Prima ha fatto licenziare Allegri, poi con Sarri e Pirlo..."

Tutto lasciava presagire ad un pomeriggio di gloria per i padroni di casa, ed invece nella ripresa, gli uomini guidati da Gattuso hanno manifestato quei limiti preoccupanti mostrati sia al “San Paolo” di Napoli che alla “Sardegna Arena” di Cagliari. L’Atalanta, galvanizzata dagli ingressi in campo di Zapata e Rigoni, ha prodotto molto di più rispetto alla prima frazione, con i rossoneri apparsi in affanno. Al 54′ il pareggio siglato dal “papu” Gomez, al 61′ il nuovo vantaggio milanista con Jack Bonaventura ma nonostante qualche tentativo griffato da Higuain e compagni, sono stati gli ospiti a flirtare con il pareggio per poi trovarlo in pieno recupero, al 91′, con l’argentino Rigoni.

Il Milan ha dimostrato, per l’ennesima volta, di non riuscire a mantenere lo stesso ritmo per gli interi novanta minuti e di non capitalizzare al meglio le fasi di gioco maggiormente proficue. Il “diavolo” non ha azzannato l’avversario nel momento giusto ed ecco che alla fine si trova costretto a leccarsi le ferite, a margine di un pareggio che profuma di beffa. I rossoneri, seppur con una gara da recuperare, occupano il dodicesimo posto con 5 punti all’attivo, troppo poco per puntare ad un piazzamento in Champions, considerando che lì in avanti Fiorentina e Lazio, tra le altre, siano reduci da vittorie confortanti.

Leggi anche:  Dani Alves, stoccata alla Juventus: "Via perché hanno mentito"

Intervistato al termine del match, queste le considerazioni rilasciate da Gennaro Gattuso: “C’è grande rammarico, la squadra ha due facce. Oggi abbiamo giocato un grandissimo primo tempo, poi nell’ultima mezz’ora abbiamo fatto fatica e abbiamo subito gli avversari. Ed è quello che sta succedendo nelle ultime giornate: è una squadra che non riesce a dare continuità alle prestazioni e dobbiamo fare di più. E’ qualcosa che dobbiamo migliorare. Se non chiudi le partite giocando come nel primo tempo, dopo diventa un problema. E’ un aspetto da migliorare questo“.

  •   
  •  
  •  
  •