Sampdoria-Napoli: Verdi e Diawara le novità in casa azzurra. Saponara, dall’inizio, per dare vivacità ai blucerchiati

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Napoli – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Il piatto forte della domenica calcistica è in programma questa sera con Sampdoria-Napoli, sfida alquanto interessante. I blucerchiati giungono a quest’appuntamento dopo aver rimediato una sconfitta, per 1-0, in casa dell’Udinese. Dopo una prima frazione di gara disputata in maniera scialba, la banda guidata da Giampaolo ha avuto una reazione, seppur tardiva, solamente nella ripresa, grazie all’innesto di Saponara, in grado di donare maggiore frizzantezza e vivacità agli undici in campo.

Il Napoli, invece, dopo due giornate è a punteggio pieno, merito dei successi, entrambi in rimonta, ottenuti contro Lazio e Milan. Gli azzurri hanno destato un’ottima impressione, sia dal punto di vista della qualità del gioco espresso, sia per quanto concerne il temperamento, la reattività e la voglia di non arrendersi, palesando un’intensità agonistica da far invidia. Carlo Ancelotti sta apportando la sua mentalità vincente, scaldando i cuori dei tantissimi tifosi azzurri che anche in questa stagione sognano di poter raggiungere quel traguardo ambito chiamato: scudetto.

Nel frattempo, nella giornata di ieri, entrambi gli allenatori hanno rilasciato interessanti dichiarazioni della vigilia. Ecco, di seguito, un estratto su quanto espresso da Ancelotti e Giampaolo. “E’ ancora presto per guardare la classifica, siamo concentrati su quello che abbiamo fatto e quello che vogliamo fare – afferma Ancelotti– . E’ importante mantenere questa linea, vincere non è mai facile e col tempo diventerà sempre più complicato. Affrontiamo una squadra organizzata, allenata da un tecnico capace. L’ambiente vive un buon momento, siamo convinti di poter fare un’ottima partita“.

Dalle parti di Bogliasco, invece, queste le affermazioni rilasciate dall’allenatore dei blucerchiati, Marco Giampaolo: “Giochiamo in primo luogo per noi stessi. Poi per i nostri tifosi, in un momento particolare: è la prima in casa dopo i fatti del Ponte Morandi, affrontiamo una squadra forte, che ha conteso il titolo alla Juventus lo scorso anno e ha preso l’allenatore più vincente al mondo. Inoltre, dobbiamo anche rispondere alle critiche post-Udinese. C’è tanta carne al fuoco, tante motivazioni per fare bene e il valore di questa partita è duplicato rispetto a una partita normale. Bisogna fare una partita giusta, gagliarda, ricca di contenuti“.

Spostando l’attenzione sulle probabili formazioni, Ancelotti si affiderà al 4-3-3 con alcune novità sugli interpreti rispetto alla precedente sfida con il Milan. In porta confermato Ospina, Hysaj agirà sul versante di destra, Mario Rui sul fronte opposto. Centralmente spazio alla coppia Albiol-Koulibaly. A centrocampo Diawara è in vantaggio per una maglia da titolare su Hamsik, mentre a completare il reparto ci saranno Allan e Zielinski. In attacco Verdi è favorito su Callejon, con Insigne a sinistra e Milik punta centrale.

Giampaolo farà leva, invece, sul collaudato 4-3-1-2: Audero tra i pali, Sala e Murri esterni difensivi, Andersen e Colley al centro della retroguardia. A metà campo fiducia a Linetty, Ekdal, quest’ultimo al debutto dal primo minuto in blucerchiato, e Jankto. Saponara, il migliore tra i doriani nel match contro l’Udinese, avrà spazio sulla trequarti, pronto ad innescare il tandem avanzato composto da Quagliarella e Defrel. L’arbitro designato per il dirigere il match è il signor Davide Massa della sezione di Imperia

  •   
  •  
  •  
  •