Il Cagliari in casa non sbaglia un colpo. Pavoletti e Castro stendono il Chievo.

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Cagliari – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Ennesima soddisfazione casalinga per il Cagliari che meritatamente, ma con un pizzico di sofferenza di troppo nel finale, si sbarazza del Chievo, attraverso il punteggio di 2-1. A seguito di questa vittoria, i sardi salgono a quota 13 in classifica, occupando la dodicesima posizione. I rossoblù presso la cornice di casa della “Sardegna Arena” hanno inanellato, sino ad ora, due successi e tre pareggi, senza mai conoscere il sapore della sconfitta.

La prestazione sfoderata contro i gialloblù guidati da Gian Piero Ventura, ultimi in classifica, è stata convincente per almeno 75 minuti, con i sardi in pieno controllo della gara, senza mai rischiare nulla in difesa. Il centrocampo composto dal terzetto: Ionita, Bradaric e Barella rappresenta un muro invalicabile per qualsiasi tipo d’avversario, l’ossatura imprescindibile per la compagine rossoblù, mentre in avanti Pavoletti è una garanzia e Castro, sulla trequarti, riesce a donare costantemente quella scintilla in grado di infiammare la gara.

Pavoloso” con il gol di testa realizzato, ieri, sale a quota cinque nella speciale classifica marcatori, mentre Castro, l’ex della giornata, con la rete da cineteca messa a segno al 59′ non solo ha messo fine alle speranze del Chievo di poter riaprire il match ma ha ribadito la differenza tecnica e qualitativa tra le due squadre, con i  veneti che in estate si sono privati di un calciatore dotato di un estro sublime, mentre il Cagliari ingaggiandolo ha compiuto un significativo passo in avanti.

Gli unici scricchiolii da  parte della compagine sarda sono giunti nei minuti finali della sfida, quando al 79′ Stepinski ha realizzato il gol che ha alimentato la voglia dei clivensi di provare ad acciuffare il pareggio, ma ciò non si è materializzato e probabilmente in caso contrario sarebbe stato un risultato di gran lunga generoso per gli ospiti in base a quanto mostrato per lunghi tratti del match. Il Cagliari ha palesato compattezza tra i reparti, interessanti individualità e caratteristiche che gli permetteranno di disputare un campionato tranquillo senza l’assillo di essere risucchiato nei bassi fondi di classifica.

A margine del 2-1 rifilato alla sua ex squadra, il tecnico dei sardi, Rolando Maran, ha così commentato la performance sciorinata dai suoi ragazzi:” Nel finale di partita abbiamo subito un pò dal Chievo che si è dimostrata di essere una squadra capace di poter fare risultato in serie A. Abbiamo fatto capire che cosa possiamo fare, ma anche i nostri limiti. Abbiamo la colpa di non aver chiuso la gara subito, ma hanno interpretato quello che li ho chiesto alla perfezione. Pavoletti? E’ un giocatore importante per noi e lui lo sa, il terminale offensivo è fondamentale. Lui è incredibile e ci dà molto da vari punti di vista, fa molto lavoro sporco ed è per lui il giusto premio segnare così tanto, se lo merita assolutamente“.

  •   
  •  
  •  
  •