Il Milan strapazza il Sassuolo. Prestazione convincente da parte dei rossoneri

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Suso – Foto Getty Images© scelta da SuperNewssuso

 

Prestazione superba da parte del Milan, che nonostante l’assenza di Higuain ed un Cutrone a mezzo servizio, è riuscito ad imporsi in un terreno di gioco tutt’altro che agevole, ossia nella tana del Sassuolo. I rossoneri centrano, così, la prima vittoria in campionato lontano da “San Siro“, fornendo un’ottima performance, a dispetto di quanto ammirato nelle ultime uscite, quando troppo spesso, il “diavolo“, è apparso dal doppio volto e dal rendimento altalenante nell’arco dei novanta minuti. Alcuni segnali positivi erano stati intravisti nella gara di giovedì scorso in casa dell’Empoli, quando le parate provvidenziali di Terracciano e l’errore di Romagnoli in fase difensiva, hanno imposto un pareggio che non ha soddisfatto nessuno in casa rossonera.

La prestazione brillante andata in scena al “Mapei Stadium” ha messo in mostra, invece, un Milan compatto ed organizzato in difesa, con Donnarumma provvidenziale su Di Francesco nella prima frazione di gara, per poi capitalizzare al meglio le occasioni avute a disposizione con Kessie al 39′, Suso con un euro gol al 50′, per poi ripetersi sul gong al 94′, senza dimenticare il primo gol in A dello spagnolo Castillejo, al 60′, schierato nell’inedito ruolo di punta centrale. Battere il Sassuolo non era un’impresa affatto scontata. Gli emiliani, terzi in classifica, rappresentano la rivelazione di quest’avvio di campionato, motivo per cui, i rossoneri avrebbero dovuto gettare il cuore oltre l’ostacolo, dimostrando una personalità ed una maturità degne di nota. Così è stato. La banda guidata da Gattuso ha messo in evidenza interessanti trame di gioco ed una convinzione maggiore.

Leggi anche:  Inter, Alessandro Bastoni: "Contro il Napoli noi abbiamo ambizioni molto alte: sarà una bella partita"

Il peggio è passato? Difficile affermarlo con certezza. Ovviamente se a questa vittoria, venisse aggiunto un trionfo in Europa League contro l’Olympiacos ed altri tre punti nella sfida casalinga di domenica prossima con il Chievo, indubbiamente Suso e compagni certificherebbero l’uscita da quel tunnel buio intrapreso all’avvio. I rossoneri, al momento, stazionano al decimo gradino con 9 punti all’attivo, distanti quattro lunghezze dal quarto posto, ma con una partita da recuperare. Nulla è perso, anzi, ma occorrerà una maggiore continuità al fine di evitare di disattendere le premesse di inizio stagione.

Nel frattempo, intervistato al termine del match, queste le dichiarazioni principali rilasciate dal tecnico del “diavolo“, Gennaro Gattuso: “Se vogliamo diventare una grande squadra, dobbiamo continuare a fare risultati, migliorare la fase difensiva. Oggi nei primi 20 minuti siamo andati in difficoltà, sappiamo comunque di poter migliorare. Questa vittoria ci può dare un pò di tranquillità, ma c’è da dire che non bastano i tre punti per svoltare una stagione. Quando si gioca con questa maglia, la pressione c’è e quindi dobbiamo essere bravi a lavorare perché alla gente non interessano le prestazioni ma le classifiche“. Infine, su domanda specifica, “Ringhio” non ha lesinato  una battuta in merito alla cessione, in estate, di André Silva al Siviglia: “Quando ho sentito che avrebbe preferito andar via non ho cercato di fargli cambiare idea perché un calciatore non si può convincere. Abbiamo fatto di tutto per farlo rimanere, nessuno lo ha mandato via perché sapevamo che fosse un ottimo attaccante“.

  •   
  •  
  •  
  •