L’Atalanta ritrova Ilicic e schianta il Parma. Gli orobici tornano a trionfare in casa

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Atalanta – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Prestazione magistrale da parte della Dea che nell’anticipo del sabato, delle ore 15, annichilisce il Parma attraverso un ineccepibile 3-0. A seguito di questa vittoria meritata, la banda guidata da Gian Piero Gasperini sale al quattordicesimo posto con 12 punti all’attivo. Terzo miglior attacco del torneo con 17 reti realizzate, gli orobici hanno inanellato la seconda vittoria di fila, dopo quella ottenuta domenica scorsa in casa del Chievo. Otto centri messi a segno ed uno solo subito, questo lo score dei nerazzurri negli ultimi 180 minuti disputati.

L’Atalanta, inoltre, con la vittoria rimediata ai danni del Parma torna a sorridere all'”Atleti Azzurri d’Italia” in cui non otteneva l’intera posta in palio dallo scorso 20 agosto, ossia in occasione del 4-0 rifilato al Frosinone, tra l’altro quella che fu l’ultima volta in cui Gomez e compagni andarono a segno tra le mura amiche.

Leggi anche:  Graziani contro l'eventuale cessione di Lautaro: "Se toccano quel tandem allora veramente si indebolisce l’Inter. L'anno prossimo..."

Urgeva un scossa, quindi, ed è arrivata grazie ad una performance convincente da parte dei padroni di casa che hanno messo alle corde i ducali, apparsi spenti e senza idee. L’Atalanta ha controllato agevolmente la situazione nella prima frazione di gara, disinnescando le possibili fonti di gioco dei gialloblù, per poi colpire nella ripresa. Al 55′, il migliore del match, Josip Ilicic, sfodera una conclusione dal limite dell’area respinta da Sepe, ma la sfera carambola inavvertitamente sulle gambe di Gagliolo per poi terminare la sua corsa in fondo al sacco.

A seguire i difensori nerazzurri prendono il sopravvento, prima con Palomino e poi con Mancini. Al 72′ dagli sviluppi di un corner, è proprio Mancini ad effettuare una sponda vincente per il suo compagno di squadra argentino che da due passi dalla linea di porta non sbaglia. Otto minuti più tardi, all’80’, sempre dagli sviluppi di un calcio d’angolo battuto dall’onnipresente Ilicic, è il giovane numero 23 a non lasciar scampo a Sepe. Dea sugli scudi e Parma in disarmo, con Gervinho impalpabile per l’intero arco del match.

Leggi anche:  Bologna-Arnautovic c'è l'accordo: per la difesa uno tra Lyanco e Benatia

L’Atalanta esce dal campo con la consapevolezza di aver ritrovato certezze smarrite sino a qualche settimana fa e di poter effettuare la tanto attesa rimonta in classifica, trascinata da un Ilicic, che superato il grave problema riguardante una rara infezione alla bocca, è tornato ai suoi livelli standard, essendo stato protagonista in occasione delle tre reti segnate dagli orobici, oltre ad aver colpito il montante attraverso una sua conclusione dal limite.

Gasperini si gode quest’ottimo momento da parte della sua squadra, dopo un avvio di stagione decisamente stentato. Intervistato al termine della gara, queste le dichiarazioni principali rilasciate dall’allenatore nerazzurro:” L’Atalanta è ritornata soprattutto a livello di risultati, all’inizio non riuscivamo a sbloccarci poi dopo l’autogol è cambiato tutto. Questa è una squadra capace a realizzare, dopo l’eliminazione in Europa League abbiamo avuto un blackout. Abbiamo ritrovato delle certezze come Ilicic e Barrow. Ilicic? Prima giocava fuori forma, per noi è un grande giocatore, mi da la possibilità di alternarlo con Gomez. Noi tendiamo a creare molto in attacco: osiamo un pò di più rispetto all’anno scorso“.

  •   
  •  
  •  
  •