Cagliari cuore e grinta: contro la Spal, in 5 minuti, da 2-0 a 2-2

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Cagliari – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Sta venendo fuori una squadra sorprendente nel campionato di serie A. Parliamo del Cagliari, compagine grintosa, determinata e dotata di ottimi calciatori, in grado di sovvertire qualsiasi tipo di risultato, mettendo in difficoltà sia le squadre abituate a stazionare nei quartieri alti di classifica che compagini dedite alla lotta per provare ad abbandonare, il prima possibile, le sabbie mobili della zona retrocessione.

I sardi, sotto di 2-0 contro la Spal, hanno acciuffato il pareggio nel giro di 5 minuti, dal 71′, minuto del gol del raddoppio emiliano griffato da Antenucci, alla rete del 2-2 firmata da Ionita al 76′. Nel mezzo, al 73′, l’ennesimo colpo di testa vincente di Pavoletti, il diciannovesimo negli ultimi due anni che lo erge ad attaccante più prolifico nel gioco aereo, presente nei cinque maggiori campionati europei. Per il centravanti livornese, inoltre, si tratta del sesto centro in questo torneo, giunto in una settimana assai felice per lui, considerando il ritorno in Nazionale azzurra dopo due anni d’attesa.

Leggi anche:  Eriksen: "Sto bene, spero di tornare presto"

I rossoblù, a seguito di questo risultato, salgono, momentaneamente, al tredicesimo gradino con 14 punti all’attivo, rimediando il secondo pareggio stagionale lontano dalla “Sardegna Arena“. Nelle ultime cinque giornate, il Cagliari ha inanellato due successi, due pareggi ed un solo ko maturato all'”Allianz Stadium“, contro i campioni d’Italia in carica della Juventus, destando, tra l’altro, una buona impressione.

Nella sfida di ieri, al “Paolo Mazza“, i rossoblù hanno dovuto fare i conti con la partenza sprint dei padroni di casa passati in vantaggio dopo appena 3 minuti attraverso un colpo di testa di Petagna, leggermente deviato da Srna, che si è insaccato alle spalle di Cragno. A seguire, poi, sono stati ancora gli estensi a sfiorare il bis, sempre con Petagna, ma in questa circostanza è stato abile l’estremo difensore rossoblù a blindare lo specchio della porta.

Leggi anche:  Eriksen: "Sto bene, spero di tornare presto"

Nella ripresa, invece, dopo il raddoppio firmato da Antenucci, i sardi hanno avuto una rivalsa d’orgoglio e con tenacia e determinazione hanno prima accorciato le distanze con l’infallibile Pavoletti per poi imporre il pari con Ionita. Addirittura nei restanti minuti di match è stata la banda di Maran a flirtare con il tris, creando più di qualche patema alla retroguardia spallina. Il pareggio rimediato al “Paolo Mazza” di Ferrara testimonia le qualità e la generosità di un Cagliari indomito, che in base alle caratteristiche dei suoi calciatori abbia ben poco in comune con le altre compagini attualmente invischiate nella zona calda di classifica.

Alla ripresa del campionato, Pavoletti e compagni affronteranno il Torino in casa e successivamente Frosinone e Chievo in trasferta, match che se porteranno in dote nove punti, permetterebbero ai sardi di compiere un interessante balzo in avanti, mettendo nel mirino la suggestiva ipotesi di poter competere al fine di conquistare, a sorpresa, un piazzamento in Europa League. Forse si rischia di spingersi un pò in avanti con la fantasia, ma in una squadra che può vantare calciatori del calibro di Cragno, Srna, Barella, Castro, Joao Pedro e Pavoletti, sognare un traguardo ambizioso non è eresia.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,