Cristiano Ronaldo: numeri altisonanti per la star della Juventus

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Cristiano Ronaldo – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Non vi erano dubbi sul fatto che Cristiano Ronaldo potesse assumere le redini di questa Juventus vincente e convincente che sta dominando, con merito, sia in campionato che in Champions League. La Vecchia Signora, in serie A, è in testa alla classifica con 37 punti all’attivo, frutto di 12 vittorie ed un solo pareggio: un cammino da record nel nostro torneo. Inoltre, può vantare lo scettro di miglior attacco con 28 reti realizzate e difesa impenetrabile con solo 8 centri al passivo.

In Champions, la banda guidata da Massimiliano Allegri comanda nel gruppo H, a quota 12, mettendo in cassaforte il passaggio del turno agli ottavi di finale, con l’unico obiettivo ancora da perseguire, ossia quello di superare lo Young Boys al fine di congedarsi da questa prima fase come prima della classe, attendendo un sorteggio non propriamente malevolo. A suggellare questi trionfi in serie della truppa bianconera vi è, come detto in precedenza, Cristiano Ronaldo, messosi a completa disposizione di Massimiliano Allegri, rinunciando, tra l’altro, agli impegni con la nazionale portoghese, con lo scopo di migliorare il suo feeling con gli attuali compagni, rivelandosi una pedina fondamentale ed imprescindibile.

Leggi anche:  Graziani contro l'eventuale cessione di Lautaro: "Se toccano quel tandem allora veramente si indebolisce l’Inter. L'anno prossimo..."

Numeri alla mano il suo apporto alla Vecchia Signora è maestoso: 9 i gol segnati in campionato, uno, ma di pregevole fattura, in Champions League. Sei gli assist per i suoi compagni in occasione di altrettante reti messe a segno in serie A, un passaggio vincente in Europa, ovvero in occasione del gol realizzato da Mandzukic, martedì sera, nell’1-0 contro il Valencia, che ha spalancato le porte degli ottavi di finale. Sempre in campo in campionato con 1170 minuti all’attivo, quattro le presenze, invece, in Champions, per via dell’espulsione, alquanto esagerata, rimediata nella prima gara della fase a gironi contro il Valencia, al “Mestalla“, che gli ha impedito di scendere in campo la giornata successiva al cospetto degli svizzeri dello Young Boys.

Quarantaquattro le reti messe a segno, sino ad ora, nel 2018 tra Real Madrid e Juventus,  a cui vanno aggiunti i quattro centri nel Mondiale russo con addosso la divisa del Portogallo. Nonostante ciò stride l’assenza del suo nome tra i tre finalisti per la conquista del Pallone d’Oro, onorificenza che verrà consegnata al vincitore lunedì 3 dicembre. Mbappé, Modric e Varane, questo il terzetto che ha scalzato il famelico Cristiano Ronaldo. CR7, però, non sembri soffrire di ciò. La sua grinta, la sua classe cristallina, il suo immenso potenziale non sono stati minimamente scalfiti da questa scelta, da parte dei giornalisti, piuttosto discutibile. Il numero 7 bianconero è la stella della Juventus, l’uomo in grado di compiere costantemente la differenza, che attraverso le sue giocate sublimi, come quella mostrata martedì sera dinnanzi ad un “Allianz Stadium” in visibilio, sta conducendo la Vecchia Signora verso traguardi di primissimo piano.

  •   
  •  
  •  
  •