Formazioni Udinese-Roma: Schick al centro dell’attacco. Nicola debutta al timone dei friulani

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Patrik Schick – Foto Getty Images© selezionata da SuperNews

Si torna a respirare aria di serie A. Oggi pomeriggio, alle ore 15, si alza il sipario sulla tredicesima giornata di campionato con l’anticipo della “Dacia Arena” tra Udinese e Roma. I giallorossi giungono a quest’appuntamento galvanizzati dal roboante successo di due settimane fa ottenuto contro la Sampdoria. La banda guidata da Eusebio Di Francesco staziona, attualmente, al sesto posto in classifica con 19 punti all’attivo ed è reduce da tre risultati utili consecutivi. L’ultimo ko lontano dall'”Olimpico” risale al 23 settembre quando il Bologna si impose sulla “Lupa” attraverso il punteggio di 2-0.

In attesa dei prossimi impegni contro il Real Madrid in Champions League e l’Inter in campionato, la Roma non ha nessuna intenzione di lasciare punti per strada in terra friulana, nonostante le assenze per infortunio di Manolas, De Rossi, Pastore, Perotti e un pizzico di turnover che Di Francesco attuerà facendo riposare Dzeko per dare spazio a Patrik Schick, reduce da una settimana positiva con la Nazionale della Repubblica Ceca in cui ha confezionato un assist vincente nel match contro la Polonia per poi andare a segno, in Nations League, al cospetto della Slovacchia.

Leggi anche:  Nuova avventura in Italia per Ranieri?

Dall’altra parte, invece, Davide Nicola farà il suo debutto sulla panchina dell’Udinese. Il tecnico piemontese, subentrato a Julio Velazquez, vorrà esordire con il botto, ottenendo un risultato assai prestigioso. La posizione in classifica dei bianconeri è piuttosto precaria, in quanto appaiati al quartultimo gradino con soli 9 punti all’attivo. I friulani provengono da sei sconfitte nelle ultime sette gare disputate, con la vittoria che latita dal 23 settembre scorso, quando De Paul e compagni inflissero uno 0-2, in trasferta,  al Chievo. Alla “Dacia Arena“, addirittura, l’Udinese non ottiene l’intera posta in palio dal 26 agosto, giorno della vittoria sulla Sampdoria per 1-0.

Urge una scossa, quindi, motivo per cui la dirigenza bianconera nelle scorse settimane ha effettuato il cambio di guida tecnica, affidando la squadra ad un allenatore artefice, due anni fa, di una salvezza a dir poco miracolosa al timone del Crotone.

Leggi anche:  Nuno Tavares nel mirino del Napoli: offerta al Benfica

Dirottando le attenzioni sulle probabili formazioni che scenderanno in campo, Nicola si affiderà al 3-5-2 con Musso in porta, linea di difesa composta da Stryger Larsen, Nuytinck e Troost-Ekong. Sugli esterni spazio a Ter Avest e Pezzella, mentre la mediana sarà presidiata da Fofana, Mandragora e De Paul. In attacco fiducia all’inedito tandem Pussetto-Lasagna.

Di Francesco, invece, opterà per il collaudato 4-2-3-1: Olsen tra i pali, Santon a destra, Kolarov a sinistra. La coppia centrale di difesa sarà formata da Fazio e Juan Jesus. La mediana sarà presidiata da Cristante e Nzonzi, mentre sulla trequarti Kluivert, Lorenzo Pellegrini ed El Shaarawy agiranno alle spalle dell’unica punta Schick. L’arbitro designato per dirigere il match è il signor Michael Fabbri della sezione di Ravenna.

  •   
  •  
  •  
  •