Juventus, quale difesa per Allegri? E’ Chiellini l’insostituibile bianconero

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

Juventus, difesa da puntellare per Allegri. Un perfezionista come il tecnico bianconero avrà certamente notato che la difesa della Juventus di questa prima parte di stagione non è imperforabile. Chiellini e compagni hanno subito 10 gol in 16 partite stagionali (potevano essere 11 con il rigore sbagliato da Higuain). Una media buona, ma che per i bianconeri può essere migliorabile. Analizzando i match di Serie A e Champions League salta agli occhi un dato evidente. Se gioca Chiellini la Juventus difficilmente prende gol. In 7 occasioni (4 in campionato e 3 in Champions League), la porta bianconera è rimasta inviolata. In 5 di queste c’era Chiellini in campo. Il capitano dell’Italia è stato assente contro Bologna e Young Boys, avversari certo non di grande caratura. Le cose vanno peggio quando l’ex Fiorentina non è in campo.

Leggi anche:  De Ligt replica le critiche di Van Basten: il difensore senza paura

Anche se la Juventus ha subito più di un gol in due occasioni (Chievo al debutto in Serie A e Manchester United), in entrambi i casi c’era Chiellini in campo. In quelle occasioni al suo fianco c’è stato sempre Bonucci, che ha avuto un rendimento altalenante in questo inizio di stagione. Praticamente perfetto in Champions League, meno in campionato. Con l’ex Milan in campo la Juventus ha subito 10 gol in 13 partite (media di 0,77). Quindi tutti i gol stagionali subiti dai bianconeri vedevano il figliol prodigo in campo. Con Benatia in campo sono 3 i gol subiti in 6 partite (media 0,5). Spiccioli per Rugani e Barzagli. L’ex Empoli ha giocato solo una partita da titolare (con il Frosinone), mentre il veterano bianconero ne ha disputato due (Bologna e Young Boys). In questi ultimi due incontri la Juventus ha giocato con la difesa a tre e non ha subito gol. D’accordo gli avversari non eccelsi, ma questo sistema di difendere potrebbe tornare utile nel corso della stagione. Molto utile.

Leggi anche:  La bomba di Pedullà: "Gattuso ad un passo dalla Juventus, poi però..."

Juventus, cosa può servire a gennaio?

Juventus, arrivo a centrocampo per Allegri? Khedira nuovamente infortunato. Emre Can dai tempi di recupero incerti. Improvvisamente Allegri scopre di avere la coperta corta a centrocampo. A oggi il tecnico bianconero ha gli uomini contati per la mediana. Bentancur-Pjanic-Matuidi rischia di diventare una cantilena da imparare a memoria per le prossime settimane. Quest’anno dicembre è ricco di impegni. Ci sono 5 giornate di campionato e l’ultima giornata di Champions League.

Impegni che Allegri dovrà affrontare con poche possibilità di turnare i giocatori a centrocampo. C’è il jolly Cuadrado pronto a tappare gli eventuali buchi. Ma il colombiano non basta, non può bastare. A gennaio servirà mettere mano al portafogli, anche perché manca comunque un sostituto naturale di Pjanic. I bianconeri sono molto vigili sulla situazione intorno a Rabiot. Il talento del Paris Saint Germain piaceva molto a Marotta. Chissà se ora l’ormai dirigente interista lo vorrà portare ad Appiano Gentile. Potrebbe essere questo il primo scontro tra gli ex inseparabile Paratici-Marotta. Gennaio si avvicina e le strade del mercato sono infinite. E imprevedibili.

  •   
  •  
  •  
  •