Juventus rullo compressore: record in A di 31 punti dopo 11 giornate di campionato

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Paulo Dybala – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Missione compiuta per la Juventus. Non che la vittoria contro il Cagliari sia stata facile e scontata ma come sovente avviene i bianconeri centrano l’obiettivo, proseguendo imperterriti la propria marcia in vetta alla classifica. La Vecchia Signora supera i sardi con il punteggio di 3-1, consolidando, così, la propria leadership, a quota 31, ottenendo la decima vittoria su undici gare disputate. Miglior attacco del torneo con 24 reti all’attivo, al pari del Napoli, e terza difesa meno perforata della serie A, la truppa guidata da Massimiliano Allegri ha inanellato un altro record: mai prima d’ora nessuna squadra era riuscita a totalizzare 31 punti dopo undici giornate disputate, un risultato assai prestigioso che testimonia la forza e la grandezza di una rosa costruita per primeggiare sia in Italia che in Europa.

Leggi anche:  Moggi: "La Juve non ha mai alterato i risultati, lo hanno fatto le altre squadre. L'Inter senza Conte..."

Il match contro il Cagliari, però, non è stata una passeggiata senza ostacoli. I bianconeri hanno dovuto fronteggiare alcune folate offensive messe in atto da Pavoletti e compagni, rischiando più di qualcosa a pochi minuti dal termine del match quando il punteggio era fissato sul 2-1 a favore dei padroni di casa. Gli ospiti, inoltre, hanno protestato per un presunto tocco con il braccio di Benatia, all’interno dell’area, dopo che il difensore marocchino aveva intercettato la palla di testa. La Juventus da par suo, però, ha dimostrato una voglia famelica di azzannare l’avversario sin da subito, in quanto Dybala ha spezzato l’equilibrio dopo appena un minuto, realizzando un gol di gran classe.

Il pareggio messo a segno, al 36′, da Joao Pedro non ha destabilizzato i campioni d’Italia in carica che con un pizzico di fortuna, attraverso l’autorete di Bradaric, hanno messo la partita sul binario preferito. A seguire un palo colpito da Cristiano Ronaldo e nella ripresa una ghiotta opportunità capitata sui piedi di Bentancur. Dopo aver rischiato di subire un clamoroso pareggio, all’87’ la Vecchia Signora ha messo definitivamente in ginocchio un volenteroso Cagliari attraverso un’azione in contropiede che ha visto Cristiano Ronaldo, nelle vesti di uomo-assist, servire un pallone delizioso per Cuadrado, il quale a tu per tu con Cragno non ha fallito l’occasione di siglare la sua prima rete stagionale.

Leggi anche:  L'Atalanta blinda il suo Pessina (e allontana le big) fino al 2025: progetto nerazzurro a lungo termine

Al triplice fischio finale applausi scroscianti per questa Juventus da record, anche se permane il cruccio di non aver chiuso prima la partita ma di aver rischiato di metterla in discussione. Inoltre urgono miglioramenti da parte della difesa che subisce gol in campionato da tre gare consecutive. Aspetti che vanno curati ma che comunque non intaccano l’ossatura e le imponenti aspirazioni di un organico stellare che al momento non sta lasciando punti per strada.

Intervistato al termine del match, queste le considerazioni espresse dal tecnico juventino, Massimiliano Allegri:” La squadra stasera ha fatto tre gol, tante occasioni, potevamo chiuderla prima. Abbiamo vinto dieci partite e un pareggio, ma questo non significa che tutto va bene: ogni tanto concediamo troppi cross e non lavoriamo bene come dovremmo, dobbiamo lavorare meglio sul riuscire ad accorciare sull’avversario. La sensazione è che siamo meno solidi di quello che dovremmo essere, la fase difensiva va migliorata. Lo dicono i numeri, abbiamo subiti otto gol in campionato“.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: