La Juventus non conosce limiti: 37 punti conquistati su 39 a disposizione

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Cristiano Ronaldo – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Prosegue la marcia inarrestabile della Juventus. La Vecchia Signora si è imposta ai danni della Spal con il punteggio di 2-0 grazie alle reti messe a segno al 28′ da Cristiano Ronaldo e al 60′ da Mario Mandzukic. La temibile coppia gol, inserita in un quasi inedito 4-4-2, regala tre punti preziosi ai campioni d’Italia in carica che comandano in testa alla classifica con 37 punti all’attivo, frutto di 12 vittorie ed un solo pareggio dopo tredici gare disputate. Miglior attacco del torneo con 26 centri realizzati, difesa meno perforata con soli 8 gol al passivo e con un CR7 in testa, in coabitazione con Piatek, nella speciale classifica marcatori con 9 reti messe a segno, sono numeri che testimoniano la grandezza di una Juventus che non sta lasciando nulla per strada.

Leggi anche:  Romero sposa l'Atalanta: "Voglio rimanere a Bergamo: non vedo l'ora di essere riscattato. Su Gasperini..."

Giunti a questo punto della stagione, occorre affermare con certezza che il pareggio rimediato contro il Genoa sia da derubricare come un semplice incidente di percorso e nulla più. I bianconeri scesi in campo ieri sera sono apparsi determinati, compatti, ottimamente organizzati, desiderosi di mettere alle corde l’avversario, senza abbassare minimamente l’attenzione. La banda guidata da Massimiliano Allegri non ha praticamente rischiato nulla, con la difesa in grado di inanellare il secondo clean sheet consecutivo in campionato.

Per il resto le maggiori occasioni sono capitate sui piedi dei calciatori di casa che hanno trovato il vantaggio con Cristiano Ronaldo, abile nel tramutare in gol uno splendido assist su calcio di punizione battuto da Pjanic. A seguire vi è da segnalare una ghiotta opportunità capitata sui piedi di Douglas Costa, in cui si è esibito in un intervento provvidenziale Gomis. Nella ripresa, poi, il leitmotiv non è mutato affatto, con i padroni di casa intenti a fare la partita. Dopo un palo colpito da un indomito Douglas Costa e il concomitante tap-in non riuscito a CR7, è Mandzukic a raddoppiare, mostrando tempestività nel ribadire in rete una corta respinta di Gomis su tiro da parte di un rigenerato Douglas Costa. Nei minuti finali del match, poi, è Cristiano Ronaldo a sfiorare la doppietta personale con una conclusione angolata terminata di poco a lato.

Leggi anche:  Ramsey attacca la Juventus. Ecco le parole del gallese

Al triplice fischio finale decretato dall’arbitro La Penna esultano i bianconeri dinnanzi ad un “Allianz Stadium” stracolmo e festante. Nonostante il turnover applicato da Massimiliano Allegri, il quale ha relegato in panchina Joao Cancelo, Chiellini, Dybala, Matuidi e Szczesny, i bianconeri hanno ottenuto le risposte che si attendevano, ossia di conquistare l’intera posta in palio evitando di ripetere quanto accaduto lo scorso 20 ottobre proprio a seguito di una sosta per le nazionali.

Ora la concentrazione andrà rivolta in Champions League, quando martedì, sempre a Torino, la Juventus affronterà il Valencia con lo scopo di porre il tassello definitivo per quanto concerne l’accesso agli ottavi di finale. Solo dopo la mente sarà proiettata alla gara di Firenze, in attesa, poi, del big match del 7 dicembre contro l’Inter. La Vecchia Signora non ha paura e veleggia con ritmi da record trascinata da un gruppo fantastico e sorretta da un Cristiano Ronaldo stratosferico.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: