La Juventus piega il Milan: undicesima meraviglia per la Vecchia Signora

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Cristiano Ronaldo – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Prosegue la marcia trionfale della Juventus in testa alla classifica. I bianconeri superando, con merito, il Milan attraverso il punteggio di 0-2, inanellano l’undicesima meraviglia, ossia l’undicesima vittoria su dodici gare disputate, uno score che permette alla banda guidata da Massimiliano Allegri di issarsi in testa alla graduatoria con 34 punti all’attivo, distante sei lunghezze dal Napoli secondo e ben nove dall’Inter terza ed uscita malamente sconfitta dalla trasferta di Bergamo. Miglior attacco del torneo, assieme a quello dei partenopei, con 26 centri realizzati, la Juventus detiene, altresì, lo scettro di difesa meno perforata della A con soli 8 gol subiti.

La sconfitta rimediata in Champions, contro il Manchester United, è stata definitivamente cancellata. I bianconeri hanno sfoderato, dinnanzi ad un “San Siro” vestito a festa, una performance convincente, sia dal punto di vista caratteriale che dell’organizzazione in campo. La difesa ha destato ottimi segnali, tornando a non subire reti, dopo tre gare consecutive in cui aveva incassato almeno un gol, oltre a ciò indicazioni positive sono giunte dagli uomini scesi sul rettangolo verde, con Dybala alle spalle di Cristiano Ronaldo e Mandzukic a rappresentare un’artiglieria in grado di mettere in affanno la retroguardia rossonera.

Leggi anche:  Eriksen: "Sto bene, spero di tornare presto"

Il vantaggio dei bianconeri è giunto all’8′ minuto con Mandzukic abile nello scaraventare in rete, di testa, un pregevole assist dalla sinistra di Alex Sandro. Dopo altri tentativi portati avanti dagli ospiti, è il Milan ad avere a disposizione la ghiotta opportunità per acciuffare il pari, attraverso il penalty concesso da Mazzoleni per un tocco di palla con il braccio da parte di Benatia su conclusione di Higuain. Dopo attenta valutazione con l’ausilio della VAR, è lo stesso “pipita” ad approcciarsi dagli undici metri ma Szczesny è monumentale nel respingere il fendente, grazie all’aiuto del palo.

Nella ripresa, poi, i bianconeri controllano piuttosto agevolmente gli avversari, sferrando il colpo decisivo, all’81’, con Cristiano Ronaldo, infallibile nel ribadire in rete una corta respinta di Donnarumma su tiro di Cancelo. Ottavo gol in campionato per CR7 e missione compiuta per i campioni d’Italia in carica. La coda del match, poi, proporrà l’espulsione di Higuain, all’83’, per proteste dopo un fallo ai danni di Benatia, e Joao Cancelo che flirterà con il tris.

Leggi anche:  Eriksen: "Sto bene, spero di tornare presto"

La Juventus dimostra una compattezza, un potenziale e delle qualità decisamente superiori rispetto a quelle di un Milan incerottato. La Vecchia Signora vola in testa alla classifica con la consapevolezza di possedere tutte le carte in regola per dominare, con autorevolezza, questo campionato. Rispetto alla battuta d’arresto di mercoledì scorso, in Champions, sono stati effettuati importanti passi in avanti, palesando una maggiore concentrazione, soprattutto in fase difensiva, ed un atteggiamento più famelico nell’area avversaria. I segnali che provengono sono assolutamente positivi e confortanti: Cristiano Ronaldo e compagni dovranno solo evitare di crogiolarsi sui meriti e sui successi sino ad ora ottenuti.

  •   
  •  
  •  
  •