Una Roma incerottata affronta l’Inter. Vietato perdere per non allontanarsi dalle posizioni che contano

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Patrick Schick – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

La Roma messa ko dal Real Madrid, torna in campo e lo farà domenica sera in occasione del suggestivo posticipo contro l’Inter. L'”Olimpico” sarà cornice di un match dall’elevata posta in palio per i giallorossi, i quali dovranno puntare dritti alla vittoria per acquisire maggior autostima, più ottimismo e soprattutto per non restare attardati rispetto alle posizioni di vertice. La “Lupa” è attualmente settima in classifica, a quota 19, distante quattro lunghezze dalla Lazio quarta, ovvero dall’ultimo gradino utile per accedere alla prossima edizione di Champions League.

La banda guidata da Eusebio Di Francesco è reduce, come detto, dal ko in Europa al cospetto dei campioni in carica del Real. Dopo un primo tempo in cui ha messo alle corde gli uomini allenati da Santiago Solari, sciupando ghiotte occasioni, in particolar modo con Under, nella ripresa è calata improvvisamente, propiziando il gol del vantaggio dei blancos, firmato da Bale, attraverso un retropassaggio errato, di testa, di Fazio, per poi subire il raddoppio griffato Lucas Vazquez e non reagire più. La Roma non vince in campionato dall’11 novembre scorso, ossia in occasione del 4-1 inflitto alla Sampdoria e se osserviamo le ultime cinque gare disputate in A è proprio quello l’unico sorriso in mezzo a due ko ed altrettanti pareggi.

Leggi anche:  Eriksen, l'agente racconta: "Christian non molla"

Per quanto concerne la gara contro i nerazzurri dell’ex Luciano Spalletti, il tecnico giallorosso dovrà fare a meno, per infortunio, di quattro pedine fondamentali nel proprio scacchiere tattico, ovvero: De Rossi, Dzeko, Lorenzo Pellegrini ed El Shaarawy. A loro, poi, va aggiunto il forfait di Coric. I calciatori sopracitati, quest’oggi, si sottoporranno ad ulteriori controlli e verrà indicata, con maggior certezza, la data del loro possibile rientro in campo. Notizie parzialmente soddisfacenti, invece, giungono dal fronte Perotti e Pastore, i quali hanno recuperato dai rispettivi infortuni e per quanto riguarda il match contro l’Inter verranno, con ogni probabilità, convocati per poi accomodarsi in panchina.

Tornando a parlare della pesante assenza in attacco di Edin Dzeko, la responsabilità del reparto avanzato cadrà sulle spalle di Patrik Schick, il quale, sino ad ora, non ha affatto convinto durante la sua esperienza in maglia giallorossa. Solo 4 i gol siglati in una stagione e mezza all’ombra del Colosseo, uno solo in questo campionato, messo a segno contro la sua ex squadra: la Sampdoria. L’attaccante ceco è reduce da due prestazioni incolori contro Udinese e Real Madrid e al cospetto di una difesa granitica, come quella nerazzurra, occorra che mostri tutt’altro piglio e intraprendenza, al fine di evitare di inanellare l’ennesima performance sottotono a tal punto da rispecchiare l’andamento di una Roma balbettante che non riesce a tirarsi fuori da questa situazione tutt’altro che entusiasmante.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,