Sampdoria-Bologna, i blucerchiati dominano grazie ad un Quagliarella evergreen

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Fabio Quagliarella – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

L’anticipo serale della quattordicesima giornata di serie A si chiude con il maestoso successo da parte della Sampdoria nei confronti del Bologna, attraverso un ineccepibile 4-1. A seguito di questo trionfo, la banda guidata da Marco Giampaolo sale, provvisoriamente, al nono posto in classifica, a quota 19. Il Doria, tra l’altro, torna a riassaporare il gusto dei tre punti casalinghi, che latitavano dallo scorso 1 ottobre, in occasione della vittoria per 2-1 contro la Spal. Più in generale, invece, i blucerchiati non conquistavano l’intera posta in palio dal 7 ottobre, ovvero dalla trasferta dell'”Atleti Azzurri d’Italia“, quando si imposero per 0-1 al cospetto dell’Atalanta. Da lì in avanti due pareggi e tre ko, che hanno spinto Quagliarella e compagni piuttosto distanti dalla zona Europa League, perdendo, altresì, lo scettro di miglior difesa del torneo. Il trionfo rimediato, ieri sera, contro il Bologna di Pippo Inzaghi, rappresenta una vera e propria boccata d’ossigeno, un successo corroborante che dona maggior autostima e più ottimismo ad un gruppo che pare essersi lasciato dietro le spalle quel periodo di crisi.

Leggi anche:  Nuova avventura in Italia per Ranieri?

Sugli scudi Fabio Quagliarella, che a quasi 36 anni, sta sfoderando costantemente prestazioni altisonanti. Con la doppietta messa a segno ai danni dei felsinei, l’attaccante di Castellammare di Stabia sale a quota 7 centri in questo campionato, occupando, tra l’altro, il sesto posto nella speciale classifica dei cannonieri all-time della Sampdoria, con 54 gol all’attivo. Oltre a ciò, il numero 27 doriano ha superato Roberto Pruzzo nella graduatoria dei bomber di tutti i tempi in serie A, salendo a quota 134 reti, a testimonianza del suo spiccato feeling con le porte avversarie. Qugliarella, risolti i problemi giudiziari sorti durante la lontana esperienza al Napoli, ora scende in campo con la mente sgombra e tanta voglia di dare il massimo per la sua squadra e i suoi tifosi. L’attaccante campano sembra un ragazzino, palesando uno stato di forma fisica invidiabile. Il suo killer instinct è fuori discussione ed anche lo spirito di sacrificio messo al servizio dei suoi compagni rappresenta un aspetto encomiabile.

Leggi anche:  Nuno Tavares nel mirino del Napoli: offerta al Benfica

Ieri, poi, a salire in cattedra sono stati anche Praet, autore della rete che ha spezzato l’equilibrio dopo appena dieci minuti, e Gaston Ramirez, infallibile nel siglare il momentaneo 3-1, capitalizzando al meglio un pregevole assist in verticale di Caprari. Nonostante qualche barlume offensivo portato avanti da un Bologna in crisi di gioco e risultati, la Samp ha dimostrato di meritare ampiamente la vittoria, dando vita ad una performance divertente e travolgente. I segnali lanciati sono alquanto positivi, la truppa di Giampaolo appare in netta ripresa, tornando a far ammirare quanto di interessante mostrato sino a circa due mesi fa.

Da sottolineare, inoltre, i cori di sostegno intonati dalla Gradinata Sud dello stadio “Ferraris” nei confronti di Gianluca Vialli, protagonista nello scudetto conquistato dalla Samp nel 1991, intento a combattere la partita più importante della sua vita, ossia quella contro il cancro. Il popolo blucerchiato non ha dimenticato il suo goleador e ha voluto omaggiarlo, dimostrandogli piena vicinanza e massimo supporto.

  •   
  •  
  •  
  •