Milan, Piatek si presenta:”Sono pronto e farò di tutto per portare il Milan in Champions”

Pubblicato il autore: Lorenzo C

E’ il grande giorno di Krzysztof Piatek al Milan. Il bomber polacco, ufficializzato nella serata di ieri, ha firmato un contratto sino al 2023 con il club di via Aldo Rossi da 1,8 milioni di euro a stagione più bonus. Il Genoa, invece, dalla cessione del suo ex numero 9 incasserà ben 35 milioni (che verranno versati in un’unica soluzione) più bonus. Piatek indosserà la maglia rossonera numero 19, appartenuta lo scorso anno a Leonardo Bonucci, portando in dote 13 gol realizzati in campionato e 6 in Coppa Italia, rappresentando la vera rivelazione in questa prima metà di stagione.

Poco fa si è conclusa la presentazione alla stampa da parte del calciatore, presso la sede di Casa Milan, in compagnia del responsabile dell’area tecnica, Leonardo. Piatek ha espresso il suo pensiero in merito all’approdo in rossonero, svelando i suoi obiettivi personali e di squadra, sottolineando di aver sempre ammirato tale club e di esser rimasto sorpreso dal corteggiamento posto in essere dalla dirigenza milanista.

Leggi anche:  Serie A, dove vedere Salernitana-Juventus: diretta tv e streaming live

Ecco di seguito alcuni dei passaggi principali pronunciati dal numero 19 polacco:” Ho sempre creduto in me stesso, volevo dimostrare qualcosa di buono in serie A. Per me è importante segnare, perché sono un attaccante. Sono la stessa persona di prima di arrivare al Genoa“. Per poi aggiungere:” E’ un piacere essere qui al Milan. Sono un attaccante, voglio segnare in tutte le partite, lavorare molto duramente e poi vedremo sul campo. Quando ero giovane ero un tifoso del Milan. Era il mio sogno giocare qui“. Parlando, poi, degli obiettivi da perseguire, l’attaccante polacco non ha dubbi:” Sono pronto e farò di tutto per portare il Milan in Champions“.

In merito al suo trasferimento in rossonero, Piatek lascia intendere di esser rimasto sorpreso da tale destinazione:” Il calcio è così, è inaspettato. Mi aspettavo che dopo aver segnato 13 gol altri club si sarebbero interessati a me, anche se non mi aspettavo fosse il Milan“. Sull’opportunità concessa di giocare nella Scala del Calcio di “San Siro”, l’ex Genoa non nasconde un pizzico d’orgoglio:” E’ fantastico giocare a “San Siro”, ma credo che tutto sarà sempre sul campo. Io sarò concentrato su quello e farò di tutto per fare del mio meglio e, come sempre, voglio segnare“.

Leggi anche:  Il derby va all'Inter, Milan deludente e spento: esonero per Pioli?

Infine ha rivelato il motivo del gesto del “pistolero” in occasione di ogni sua esultanza:” E’ il mio stile, quando segno sparo. Mi viene spontaneo“. Non resta, quindi, che attendere il suo debutto in rossonero sul rettangolo verde di “San Siro” che, con ogni probabilità, avverrà sabato sera contro il Napoli, presumibilmente a gara in corso. Gattuso si appresta ad abbracciare un attaccante famelico e affidabile, desideroso di portare in alto i colori milanisti a suon di gol come fossero colpi sferrati da un infallibile “pistolero“.

  •   
  •  
  •  
  •