Formazioni Juventus-Parma: Caceres dal primo minuto, torna Mandzukic in attacco. D’Aversa non rinuncia a Gervinho e Inglese

Pubblicato il autore: Lorenzo C

Sfida da non fallire, questa sera, per la Juventus, chiamata ad una pronta riscossa dopo il pesante 3-0 subito mercoledì a Bergamo che ha sancito l’eliminazione dalla Coppa Italia da parte della banda di Massimiliano Allegri. I bianconeri, però, troveranno dall’altra parte un Parma combattivo e mai arrendevole, capace di difendere gli spazi e di attaccare in contropiede.

La Vecchia Signora, fatta eccezione per la debacle rimediata con l’Atalanta, è saldamente in testa alla classifica di serie A con 59 punti all’attivo, vantando, altresì, la miglior difesa del torneo con 12 reti al passivo. Cristiano Ronaldo e compagni hanno vinto 19 delle 21 gare disputate e tra le proprie mure amiche hanno collezionato dieci successi ed un solo pareggio. In vista del match di questa sera, ore 20:30, contro i ducali, Allegri dovrà fare a meno, però, di Bonucci, Chiellini, quest’ultimo fermo ai box per i prossimi 10-15 giorni a causa di un problema al polpaccio, Barzagli e Cuadrado, mentre farà il ritorno in campo, dopo più di un mese di assenza, Mario Mandzukic.

Il Parma, invece, naviga a ridosso della metà classifica, occupando il dodicesimo gradino con 28 punti all’attivo. I gialloblù sono reduci da tonfo casalingo subito ad opera della Spal, mentre lontano dal “Tardini” la banda guidata da Roberto D’Aversa ha centrato cinque successi al cospetto di Inter, Genoa, Torino, Fiorentina e Udinese, rimarcando un buon andamento anche fuori dalle proprie mura amiche. I ducali non ottengono l’intera posta in palio, in trasferta, al cospetto della Juventus dal 6 gennaio 2011 quando il match terminò con il punteggio di 1-4 per i gialloblù. Stavolta, però, gli emiliani difficilmente approderanno all'”Allianz Stadium” con l’unico intento di difendersi, piuttosto proveranno a creare più di qualche grattacapo in ripartenza, tentando il colpaccio contro i campioni d’Italia in carica.

Leggi anche:  "Lukaku non è un attaccante buono per tutte le stagioni"

Dirottando le attenzioni sulle probabili formazioni che scenderanno in campo, Allegri dovrebbe affidarsi al 4-3-3 con Perin in porta, Joao Cancelo a destra, Alex Sandro a sinistra. La coppia centrale di difesa sarà formata da Rugani e Caceres. A centrocampo spazio a Bentancur, Pjanic e Matuidi, mentre in avanti Douglas Costa e Cristiano Ronaldo agiranno ai lati della punta Mandzukic.

Modulo a specchio per Roberto D’Aversa, il quale dovrebbe concedere fiducia a Sepe tra i pali, Bruno Alves e Bastoni duo centrale di difesa, sugli esterni Iacoponi e Gagliolo. A centrocampo agiranno Barillà, Scozzarella e Kucka, mentre in attacco Biabiany completerà il reparto con Gervinho e Inglese. L’arbitro designato per dirigere la sfida è il signor Piero Giacomelli della sezione di Trieste.

  •   
  •  
  •  
  •