Formazioni Napoli-Sampdoria: Verdi a sinistra, in attacco Milik-Mertens. Ramirez dietro Quagliarella-Defrel

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Fari puntati sul “San Paolo” per l’interessantissima sfida, in programma alle ore 18, tra Napoli e Sampdoria,valevole per la ventiduesima giornata di serie A. Gli azzurri giungono a quest’appuntamento dopo l’eliminazione subita in Coppa Italia ad opera del Milan, con la squadra di Ancelotti crollata sotto i colpi dell’indomito Piatek. In campionato, invece, i partenopei occupano il secondo posto a quota 48, distanti otto lunghezze dall’Inter terza ma a -11 dalla Juventus capolista. Gli azzurri sono reduci da tre risultati utili consecutivi, mentre tra le proprie mura amiche il trend recita: nove vittorie e due pareggi.

Uno dei problemi maggiori, però, che sta avvertendo la compagine partenopea è la difficoltà ad andare in gol, fatta eccezione per la vena realizzativa di Arek Milik. Insigne, ad esempio, non va a segno in campionato dal 2 novembre scorso, in occasione del 5-1 inflitto all’Empoli, mentre più in generale dal 6 novembre, ossia dall’1-1 in Champions League con il Paris Saint-Germain. Una vena realizzativa che sembra essersi smarrita e di cui, invece, il Napoli avrebbe tanto bisogno. Oltre a ciò, Ancelotti spera di ritrovare il miglior Hamsik e soprattutto l’Allan agguerrito ammirato sino a qualche settimana fa, cancellando l’opaca prestazione di martedì sera e le oramai passate distrazioni di mercato con il Psg alla finestra.

Leggi anche:  Atalanta-Udinese probabili formazioni: ci sarà Demiral in difesa?

La Sampdoria, invece, sta vivendo un momento davvero sfavillante. I blucerchiati sono sesti in classifica, a quota 33, distanti appena due lunghezze dal Milan quarto, ovvero dall’ultimo gradino utile per accedere alla prossima edizione della Champions League. Dal quartier generale di Bogliasco non vogliono sentir parlare di “Europa dei grandi” ma indubbiamente la Samp sta disputando una stagione memorabile. Sugli scudi, poi, il sempreverde Fabio Quagliarella, che di recente ha compiuto 36 anni. L’attaccante di Castellammare di Stabia è il leader nella speciale classifica marcatori con 16 reti realizzate ed ha appena eguagliato il record stabilito in passato da Gabriel Omar Batistuta, essendo andato a segno per 11 gare consecutive di campionato. Inoltre, tale rendimento sopra le righe ha convinto il c.t. azzurro, Roberto Mancini, a convocarlo in vista dello stage di Coverciano in programma lunedì e martedì prossimo, a coronamento di prestazioni significative.

Leggi anche:  Ballardini dopo la sconfitta contro il Torino: "Nel primo tempo non abbiamo concesso tanto. Su Kallon..."

Dirottando le attenzioni sulle probabili formazioni che scenderanno in campo, Ancelotti dovrebbe affidarsi al consueto 4-4-2 con Meret in porta, Malcuit a destra, Mario Rui sul fronte opposto. La coppia centrale di difesa sarà formata da Albiol e Koulibaly. Sulle fasce fiducia a Callejon e Verdi, mentre la mediana sarà presidiata da Zielinski e Hamsik. In avanti Milik farà compagnia a Mertens, quest’ultimo favorito su Insigne. Giampaolo, invece, risponderà con il collaudato 4-3-1-2: Audero tra i pali, Colley e Andersen coppia centrale di difesa, Bereszynski a destra, Murru a sinistra. A metà campo spazio a Linetty, Ekdal e Jankto, mentre Ramirez agirà da trequartista alle spalle del tandem Quagliarella-Defrel. L’arbitro designato per dirigere il match è il signor Luca Pairetto della sezione di Nichelino.

  •   
  •  
  •  
  •